Prima unione civile a Cesena, l’omofoba replica di Forza Nuova: funerale d’Italia

Condividi

14468508_1727912600804210_1843281019387466256_o

Si è celebrata oggi a Cesena la prima unione civile della città, con Manuel Papi (42 anni) e Marco Trentini (39 anni) sposi davanti ad amici, parenti e alla presenza del sindaco Paolo Lucchi. Che così si è espresso:

“A Marco ed a Manuel. Nella piena consapevolezza di come Cesena abbia vissuto con un grande orgoglio la somma di diritti che oggi sono garantiti finalmente a tutti, tra le altre ho voluto dedicare le parole del poeta Gabriele Garcia Lorca (fucilato da militanti della Confederazione Spagnola Destre Autonome all’alba del 9 agosto 1936, perché di sinistra ed omosessuale) in “Potessero le mie mani sfogliare” e quelle degli U2 – la rock band forse più famosa la mondo, oltre che la mia preferita, che compie 40 anni – nella bellissima “Pride (in the name of love) – Orgoglio (Nel nome dell’amore)””. “Le ripetute richieste di informazione di queste settimane negli ufficiali di Stato civile del Comune, prodigatisi per formalizzare al meglio una procedura in parte da strutturare anche sul territorio, confermano come probabilmente nei prossimi mesi più coppie di cesenati sceglieranno di formalizzare il loro rapporto con un’Unione civile celebrata in base alla Legge 20 maggio 2016, numero 76”.

Parole da applaudire così accolte ma indegnamente raccolte da Forza Nuova, che ha seminato i muri della città gridando provocatoriamente al funerale d’Italia (foto FB di Gian Piero Travini), a loro dire bisognosa di figli e non di omosessuali. Se non fosse che a quest’Italia, dinanzi a figli come loro, bisognerebbe suggerire la pilloa del giorno dopo.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • alcor 25 Settembre 2016 at 18:59

    mi dispiace molto, Cesena è in realtà una città bella e viva e non si merita di essere infamata da 4 fascisti pezzenti