Sesso gay, più soddisfatti dopo i 65 anni – i 40enni sono i meno felici

Condividi

ian-mckellen-800

15-19: 60%
20-24: 63%
25-29: 62%
30-34: 58%
35-39: 55%
40-44: 58%
45-49: 54%
50-54: 55%
55-59: 56%
60-64: 64%
65+: 70%

Eccole qui le percentuali di ‘soddisfazione sessuale’ in arrivo dal Regno Unito, con 15,360 uomini gay e bisessuali interrogati sull’argomento dal dr. Ford Hickson, docente della London School.
Un sondaggio che ha suddiviso in fasce i partecipanti, con gli over 65 rivelatisi i più felici della propria vita sessuale, anche perché il desiderio tende a scemare una volta superati i ’60 così come le aspettative, probabilmente,.
I più infelici? I 40enni, inspiegabilmente. Almeno apparentemente.
La ricerca è stata condotta nel 2014 ma solo oggi è stata rivelata.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Sorella Jean Claude 21 Giugno 2016 at 20:03

    Semplicemente perchè gli scopaioli dopo i 40 hanno una crisi di avvenenza che neanche gli anabolizzanti (le “bombe” come si dice) riescono a prevenire. Quindi hanno difficoltà a mettersela via. A 60 o sono gattare o sono felici con un’altro sessantenne; evviva l’amore!

  • Lover 21 Giugno 2016 at 19:49

    Sei il mio mito … Straquoto ogni cosa

  • Boh! 21 Giugno 2016 at 15:12

    Se passi la tua vita giovanile a scopare e bere con la chiunque è chiaro che ti ritrovi a 40 anni solo ed insoddisfatto. Basta aprire le pagine Facebook di tanti ragazzi omosessuali per capire quanto poco abbiano intenzione di impegnarsi seriamente in una relazione, anche se poi fanno finta di nulla scrivendo post depressi e lamentosi per strappare qualche like (alcuni parteciparono ai concorsi qui di sirenetto o robe varie anni fa, per questo me li ricordo).
    Influiscono poi anche le attuali condizioni economiche, di certo non aiutano a sentirsi in pace.

    Evidentemente poi i tanto voluti “diritti gay” non stanno facendo alcuna differenza (la fascia più infelice è quella in cui di solito si dovrebbe vivere a pieno la vita matrimoniale).