SHOOT ME, guerrila art e baci LGBT in riposta ai fatti di Orlando – gallery

Condividi

Shoot_Me_P_001

A una settimana esatta dalla strage di Orlando, Florida, ecco arrivare un interessante un progetto di Guerrilla Art.
Ovvero 49 soggetti, di cui 24 coppie e una madre, ritratti in fotografia dall’artista Gianluca Vassallo. Gli scatti sono stati raccolti tra giovedì 16 e sabato 18 giugno in tre diverse città: Firenze, Milano e Roma. Sempre a Roma, gli scatti sono stati stampati divenendo manifesti affissi in più parti della città. Uno accanto all’altro i baci: un percorso d’amore che sfida la morte.
Il progetto si chiama Shoot me! (colpiscimi, uccidimi, sparami, fotografami) e ha coinvolto spontaneamente l’aggregazione di tutti coloro che hanno sentito l’urgenza di condividere una reazione, mettendosi a disposizione del progetto e offrendosi allo sguardo pubblico.
Le affissioni dei manifesti sono avvenute nella notte di sabato 18 giugno, a una settimana esatta dalla strage in cui hanno perso la vita 49 persone per mano di un uomo durante un party all’interno del Pulse, da anni riferimento del clubbing di Orlando.
Contemporaneamente alle affissioni, gli scatti sono stati proiettati all’Ex Dogana di Roma durante il party di una celebre serata capitolina, interagendo con lo stesso contesto dei fatti. Il progetto è collettivo, sganciato da intenzioni autoriali e pronto a essere liberamente replicato. Qui il sito ufficiale.

Autore

Articoli correlati