x

Gay Village 2016, Mara Venier madrina mentre Immanuel Casto e Romina Falconi cantano la sigla ‘Who is Afraid of Gender?’

Condividi

13310525_10154121286123614_3380071983494274000_n

13244060_10154112384733614_345076032455854806_o‘Who is Afraid of Gender?’.
Questo il titolo della sigla ufficiale del Gay Village 2016, cantata da Immanuel Casto e Romina Falconi, che questa sera darà il via alle danze della 15esima edizione.
Mai, in 15 anni, si era partiti tanto presto, per un lungo ponte della Repubblica da festeggiare ballando al Parco del Ninfeo, dove prenderà vita la Scuola dell’Inclusione più colorata d’Italia. Una serata che accoglierà i saluti istituzionali del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e del Presidente del IX Municipio Andrea Santoro, oltre all’augurio della Madrina della Serata Mara Venier, alle performance di Ondadurto Teatro e alla comicità di Vincenzo De Lucia.
Who is Afraid of Gender? vedrà nel video ufficiale Vladimir Luxuria nella parte della preside, seguita da altri volti noti come il nuotatore olimpico Alex Di Giorgio, per l’occasione tra i banchi di scuola; Eva Grimaldi, nei panni di una bellissima docente, ed il professor Ghender interpretato dal pragmatico Federico Pacifici.
Il brano firmato da Casto e Falconi è stato scritto pensando ad una canzone che potesse uscire fuori dal perimetro del Parco del Ninfeo. Per la prima volta, infatti, la sigla non cita la manifestazione e sottolinea la battaglia contro il timore (inaudito e generalizzato) del gender e della sua divulgazione.

13064707_10154104738338614_8731491659478835330_o

Autore

Articoli correlati