#Lemonade di Beyonce, Sorry nuovo singolo – 12 tracce nella Billboard Hot 100: è record

Condividi

Beyoncé-Sorry-2016

Conquistato il sesto primato consecutivo su Billboard con Limonade, Beyonce ha sfornato il secondo singolo estratto dopo l‘orrenda Formation.
Sorry, da oggi in rotazione radiofonica negli States e incentrata sul presunto tradimento del marito Jay-Z (chi è Becky?).
Traccia che non mi dispiace, affatto, ma la bomba Freedom, in vista dell’estate, avrebbe probabilmente avuto più senso. Poi per carità, questa qualsiasi cosa faccia fa centro, tanto dall’aver piazzato tutte e 12 le tracce del disco nella Billboard Hot 100. Evento mai verificatosi prima, superato il precedente primato di Taylor Swift (11).
Quindi che je frega.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • @gingerpresident 5 Maggio 2016 at 4:13

    Drunk in love non era male, ma meglio quelle che ho citato io (Secondo me almeno!!)

  • Ecce 4 Maggio 2016 at 23:19

    Esce il 6 maggio in formato fisico 🙂

  • Ecce 4 Maggio 2016 at 23:18

    Concordo in pieno con la tua opinione. Questa canzone è assolutamente orrenda, se ti può far piacere, però, le altre canzoni del disco sono completamente diverse! Solo Formation è simile a Sorry e non rappresentano lo stile dell’album che è davvero molto vario. 🙂

  • Miky 4 Maggio 2016 at 12:18

    Più che altro la hit di BEYONCE era Drunk in love..vera perla del disco e successo planetario pluricoverizzato da molti altri cantanti. Ci voleva un altro brano come quello se mai per rendere memorabile anche quest’album, che pur essendo molto ben curato non possiede una singola canzone che secondo me rimarrà nella storia a differenza dei suoi predecessori..

  • @gingerpresident 4 Maggio 2016 at 2:38

    Sorry non mi fa impazzire, però LEMONADE secondo me è MOOOLTO MEGLIO di BEYONCÉ, anche se Beyoncè aveva due top hits come XO e PRETTY HURTS che qui forse mancano, a favore di piu canzoni che potrebbero piacere anche a chi ama il pop (e chi odia la “nigga music” per intenderci). FREEDOM ci stava molto meglio, concordo

  • Key- hit me Naomi 1more time 3 Maggio 2016 at 21:48

    “questa qualsiasi cosa faccia fa centro” è una battuta vero?
    In ogni caso Beyoncè non riuscirà mai a vendere arte,
    semplicemente perchè non c’è arte in nulla di ciò che fa, semmai ipocrisia e falsità.
    Inoltre si tratta sempre di scopiazzatura da qualcuno e qualcosa che grazie all’aiuto dei grandi professionisti che assolda tra registi, scenografi, stilisti, autori, photoshopper ecc
    propone in chiave glamour fintamente innovativa dal momento che qualcuno prima di lei l’ha già fatto.
    Perciò che riguarda la musica fa cagare come quasi tutti i suoi album del resto, che tra l’altro non scrive. Ha una voce bellissima ed è una bravissima ballerina come lo è ciara per es… ma lei ha la mafia dalla sua, che le regala grammy anche negli anni in cui non fa un cazzo.
    Onestamente quando si tratta di suoi record non le do il minimo merito, dato che se compra de tutto pure le pance finte per sembrà incinta solo per non ammettere che non ha partorito lei la figlia…riesce ad essere poraccia nonostante i bilioni in banca, questo si che è un record!

  • chiaaa 3 Maggio 2016 at 19:50

    Delle 12 tracce nella Billboard hot 100 non mi impressiono…ci sarebbe riuscito chiunque con una grande popolarità se le regole fossero state sempre queste.

    Riguardo ai “singoli” ufficiali, ricordo che anche quelli di “Beyoncé” ci misero un po’ ad emergere. Il primo ufficiale se non erro doveva essere “XO” che è cresciuto molto lentamente nelle radio. Poi è arrivato “Drunk in Love” che molto lentamente ha impattato nelle charts fino a diventare un grande successo.

    I singoli in teoria servono per vendere gli album…se questa riesce a piazzare 600,000 copie in una settimana senza nessun singolo “apripista” a livello commerciale ha già fatto BINGO.

    Domanda: ma l’album è uscito in formato fisico?

  • Francesco 3 Maggio 2016 at 18:25

    che ORRORE di canzone
    è inascoltabile oggi, figuriamoci tra un paio di anni (e non oso pensare alle altre tracce, che mi riservo il diritto di non sentire…)