Milano, apre la prima casa-rifugio per le vittime di omofobia

Condividi

FLASH MOB ALLA FINE DEL CORTEO DEL GAY PRIDE, IN CORSO BUENOS AIRES TUTTI I PARTECIPANTI HANNO MOSTRATO UN CUORE, NELLA FOTO GIULIANO PISAPIA (Massimo Procopio, MILANO - 2014-06-28) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Il saluto di Giuliano Pisapia alla sua Milano.
La giunta di centrosinistra sta infatti dando vita ad una casa di accoglienza temporanea per le vittime di omofobia, riqualificando uno dei tanti appartamenti confiscati alla mafia. Una simile iniziativa era stata fatta anche per aiutare le donne maltrattate e vittime di violenza.
Dopo il registro delle unioni civili, Milano guarda avanti e continua a tracciare linee di civiltà sul campo dei diritti, come ribadito dall’assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino.
Iniziativa simile dovrebbe presto nascere anche a Roma, con Marcelo Burlon che ha ideato una t-shirt arcobaleno i cui ricavati andranno tutti alla realizzazione di una casa d’accoglienza temporanea per le persone glbtq che subiscono violenza e discriminazioni.

12819198_10153303951086227_2362869905072848100_o-1024x1024

Autore

Articoli correlati

Comments