Mario Adinoldi show, ‘sono perseguitato dai gay e non sono omofobo’

Condividi

Schermata 2016-03-21 alle 19.50.48

Luca Telese : Sei l’ incubo della comunità Lgbt.
Mario Adinoldi : «Sono loro che mi perseguitano».
Luca Telese : Adesso sorrido, scusa
Mario Adinoldi : «Ricevo 1800 messaggi di insulti e odio, ogni giorno, da quando ho scritto “Voglio la mamma”».
Luca Telese : Siete in guerra, sei l’ ultimo che dovrebbe stupirsi.
Mario Adinoldi : «Insultano anche mia moglie e mia figlia. Avessero detto due parole su qualsiasi donna di sinistra si sarebbe gridato alla misoginia».
Luca Telese : E invece?
Mario Adinoldi : «Siccome è la famiglia di un cattolico va tutto bene».
Luca Telese : Sei un integralista cattolico, non un cattolico.
Mario Adinoldi : «Se difendi la famiglia ti danno dell’ omofobo».
Luca Telese : Ma perché, non sei omofobo?
Mario Adinoldi : «Per nulla. Ti sfido a trovare una sola riga o una sola mia parola che possa essere definita omofoba». Via LIBEROQUOTIDIANO.

Niente, signori miei, oggi le comiche.

Autore

Articoli correlati