Carol miglior film glbtq di sempre – battuto Weekend – TOP10

Condividi

Carol_Poster_GoldenGlobe

Uscito a mani vuote dalla notte degli Oscar, dei Bafta e dei Golden Globes, anche se rispettivamente candidato a sei statuette, a 9 faccioni britanici e a 5 Globi, Carol di Todd Haynes si è preso la più clamorosa delle rivincite.
Un centinaio di esperti di cinema hanno infatti votato i migliori film a tematica glbtq di sempre, al BFI London Flare LGBT Film Festival. Registi, critici, sceneggiatori, produttori, tra i quali Joanna Hogg, Mark Cousins, Peter Strickland, Richard Dyer, Nick James e Laura Mulvey, hanno eletto CAROL miglior titolo glbtq di sempre.
Battuto di un niente Weekend di Andrew Haigh, uscito proprio lo scorso fine settimana nei cinema d’Italia, e l’indimenticato Happy Together di Wong Kar-wai.
Fuori dal podio, un po’ a sorpresa va detto, Brokeback Mountain di Ang Lee, con Belli e Dannati di Gus Van Sant decimo e Tutto su mia madre di Almodovar ottavo.
Subito a ridosso della top10 l’acclamato Tangerine di Sean S. Baker, ancora inedito in Italia e parimerito con La vita di Adele di Abdellatif Kechiche.
22esima posizione italiana grazie a Teorema di Pier Paolo Pasolini, con Luchino Visconti 27esimo grazie a Morte a Venezia.

1. Carol (Todd Hayes, USA 2015)
2. Weekend (Andrew Haigh, UK 2011)
3. Happy Together (Wong Kar-wai, Hong Kong / Japan / South Korea 1997)
4. Brokeback Mountain (Ang Lee, USA / Canada 2005)
5. Paris Is Burning (Jennie Livingston, USA 1990)
6. Tropical Malady (Apichatpong Weerasethakul, Thailand / France / Germany / Italy 2004)
7. My Beautiful Laundrette (Stephen Frears, UK 1985)
8. All About My Mother (Pedro Almodóvar, Spain / France 1999)
9. Un Chant d’Amour (Jean Genet, France 1950)
10. My Own Private Idaho (Gus Van Sant, USA 1991)

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Luca 17 Marzo 2016 at 1:46

    manca assolutamente un film forse poco noto a molti, “quelle due” (1961) di william wyler con le straordinarie shirley maclaine ed audrey hepburn.

  • Fluo 16 Marzo 2016 at 23:21

    Contento per Paris is Burning, My Beautiful Laundrette e My Own Private Idaho. Carol ancora non l’ho visto, Weekend secondo è un po’ troppo alto. Primo ci avrei messo Paris is Burning, anche se documentario. Quanto ho pianto alla fine. Come una dodicenne dopo Titanic.

  • daniele 16 Marzo 2016 at 22:57

    Happy Together è il mio film preferito di sempre!! <3

  • stilographs 16 Marzo 2016 at 12:13

    Io ho molto amato Carol – e Cate Blanchett è letteralmente divina nel ruolo – nonostante l’atmosfera un po’ laccata che caratterizza un po’ il cinema di Haynes (anche il pregevole Lontano dal paradiso con l’altra mia favorita Julianne Moore aveva questo marchio di fabbrica).
    Ma, a mio modo di vedere, non c’è storia. Il film migliore, non solo dal punto di vista qualitativo (che è innegabile, checché possano pensarne i detrattori a tutti i costi del cinema più “accessibile”), ma anche per la sua carica eversiva, per la piccola rivoluzione che segnò, per la delicatezza con cui è affrontata la storia, per la regia, per la fotografia, per le musiche, per gli attori, per quella scena della giacca che è ormai storia del cinema e poi anche – ma questo esula dal mio giudizio – per le lacrime e il nodo alla gola che mi suscita ad ogni visione, è senza dubbio il capolavoro di Ang Lee.
    In questa lista comunque mi sembrano ci siano assenze di peso. Le prime che mi vengono in mente sono Maurice, Philadelphia, Festa per il compleanno del caro amico Harold e il nostro Una giornata particolare.

  • baldwin 16 Marzo 2016 at 11:55

    Non sono d’accordo, Carol è un film interessante ma di certo non il migliore sulla tematica, anzi.

  • H.S. 16 Marzo 2016 at 11:50

    Visti tutti e sono dei gran bei film ma, Carol è spettacolare.

  • vinz 16 Marzo 2016 at 9:55

    Niente Fassbinder? Niente Jarman? Si, ciaone, eh.