Mario Adinolfi: Luca Varani ucciso perché credente e contrario ai matrimoni gay?

Condividi

Schermata 2016-03-08 alle 09.16.21

Schermata 2016-03-08 alle 09.16.27

Schermata 2016-03-08 alle 09.16.36

Puro e semplice delrio da quasi 6000 battute.
Quel che mi chiedo è come possa l’Ordine dei Giornalisti non averlo ancora cacciato a calci in culo, bruciandogli il tesserino dopo averlo accuratamente esorcizzato.
Questo non si può chiamare giornalismo.
E’ provocatorio e volgare estremismo che nulla ha a che fare con l’essere cattolico.
Questa è feccia.
L’unico delirio persecutorio in essere, caro Adinolfi, è quello che lei ha nei confronti degli omosessuali.
Si faccia curare, ma da uno bravo. Perché ne ha davvero bisogno.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • pitch 8 Marzo 2016 at 23:11

    ma se vi trovaste di fronte gentaglia come adinolfi, Giovanardi, miriano, Cuccarini, Giorgio ponte, Gasparri, salvini, gandolfini & company voi lettori, pur volendo essere dei gentiluomini e delle persone perbene, li salutereste? gli stringereste la mano? io no, manco se fossi su “scherzi a parte”. ecco, lo stesso si faccia sul web, almeno in quello apertamente lgbt: dategli uno spazio pari a zero. preferisco più delle notizie di ragazzi nudi, anche di bieber, 1000 volte al giorno, che leggere cazzate di gentaglia del genere. io vorrei dimenticare questa gente, ma di certo non posso fare a meno di internet per il resto della mia vita…. . Quando si accorgeranno che le loro cazzate non suscitano risposte dal mondo lgbtqia, vedrete che si stancheranno di parlarne. Ma noi tutti, lettori lgbt, dobbiamo fare il massimo per toglierceli di mezzo senza usare troppo le mani: basta un clic.

  • kris 8 Marzo 2016 at 18:06

    Anche tu Apo, lo stai aiutando a diventare famoso scrivendo un articolo ogni 2 ore e mille in una settimana. Più lo caghi più si permette di dire cagate.

  • Luca 8 Marzo 2016 at 17:25

    ok diciamolo però, fosse successa la stessa cosa con due preti al posto dei due assassini cosa staremmo a commentare noi?

    Questo senza togliere al fatto che Adinolfi è una persona disgustosa che fa sciacallaggio puro e semplice e che continuo ad essere convinto che l’omosessualità abbia una parte molto minore (se ce l’ha proprio) nella vicenda.

  • SimSalaMin 8 Marzo 2016 at 15:55

    L’unico modo che ha per farsi notare (pure da questo blog) e farsi ospitare in 1000 trasmissioni rispetto ad altri giornalisti lui l’ha capito bene… Attaccare le “minoranze” e parlare di argomenti attuali, sperando così di accaparrarsi i voti di una cerchia di persone (per il partito che avrebbe deciso di creare) tirando fuori teorie infondate, come questa, che fanno sembrare tutte le famiglie tradizionali o tutti gli eterosessuali degli incapaci di commettere reati…
    Quando le unioni civili, le adozioni e tutto ciò che riguarda la vita omosessuale saranno acqua passata e questi discorsi saranno venuti a noia al 99% degli italiani, ripiomberà nel dimenticatoio e, anche se le rammenterà di nuovo, con la vaga speranza di tornare in voga, risulterà odioso e ripetitivo come le tasse.

    Se ogni politico Italiano si prendesse a cuore una qualsiasi problematica riguardante il Paese come sta facendo lui per questo non-problema (parlerei più di ossessione), l’italia sarebbe lo stato più ricco e sano del mondo.

  • chiaaa 8 Marzo 2016 at 14:20

    Spero che la “lobby gay” prima o poi lo chiuda in un sacco pieno di sassi e lo butti giù per il tevere…

  • Lolli 8 Marzo 2016 at 14:01

    Io veramente ho avuto l’impressione contraria, hanno sempre sottolineato che Prato fosse organizzatore di eventi gay, in un delitto la cui ragione va cercata nell’abuso di alcool e droghe.
    E comunque ha dimenticato un particolare: Luca Varani, con cui ha in comune il disagio o l’aperta ostilità verso il mondo gay, era un marchettaro. L’ennesimo omofobo con scheletri nell’armadio. Chissà che anche Adinolfi non abbia i suoi segreti.

  • Shkval 8 Marzo 2016 at 11:59

    In pratica la tesi finale che pensa di aver dimostrato è: lo hanno ucciso per quella frase scritta su Facebook (quindi proteggetemi dandomi i vostri soldi).
    Se fosse un plot narrativo potrei solamente ridere per l’immensa stupidità intrinseca ma considerando la grave tragedia che ha colpito tre famiglie anziché accanirmi contro questo essere viscido preferisco restare in silenzio per rispetto alle persone coinvolte.

  • Cinephile 8 Marzo 2016 at 11:57

    E’ sempre triste speculare su terribili fatti di cronaca a fini politici o ideologici. Ma se dovessimo seguire questo signore nel suo strumentale delirio, potremmo ragionare allora sul fatto che il povero ragazzo ucciso, in effetti strenuo oppositore delle unioni civili e in generale dei diritti gay, PARE che si prostituisse con omosessuali, e che questo sia il motivo del fatale incontro con i due assassini. Questo dovrebbe dirci qualcosa sulla “doppia faccia” di molti partecipanti al Family Day? Ovviamente no. E’ solo un caso tra i tanti. Sarebbe ridicolo trarne conclusioni generali, così come è ridicolo Adinolfi nel trarre le sue (e forse un po’ ridicoli anche noi a riportarle puntualmente su questo sito, neanche fosse il papa o, per dire, Juncker, e a commentarle come sto facendo io ora). Quanto al fatto che ALCUNI giornali non hanno insistito troppo sull’orientamento sessuale di almeno uno degli assassini, io sono abbastanza adulto da ricordare i famigerati titoloni (molto “anni ’80”, e quindi assolutamente vintage) del genere “sordido crimine passionale maturato in ambienti omosessuali”… Nessuno, ovviamente, all’epoca trovava assurdo che invece non si applicasse l’etichetta “ambienti eterosessuali” alla stragrande maggioranza dei delitti, ma oggi questa contraddizione sarebbe lampante, e quindi io personalmente, al contrario degli omofobi, saluto con un certo favore questo mutato atteggiamento della stampa.

  • lorenzino 8 Marzo 2016 at 11:52

    la denuncia all’ordine dei giornalisti andrebbe fatta non per quello che scrive, ma per come lo scrive……

  • DilfDilf 8 Marzo 2016 at 11:48

    apo lo so che il blog è tuo, che puoi scrivere quel caxxo che ti pare, ecc ecc ma mi ripeto a distanza di 24 ore, non puoi dedicare tutto sto spazio a sto coglione!!! e te lo dico con tutta la stima che ho x te.

  • Fritz Cavallo 8 Marzo 2016 at 11:43

    Ancora questo matto? Ma mollarlo ai suoi deliri no eh? Meglio renderlo famoso come Giovanardi & Co.

  • Jackinobello 8 Marzo 2016 at 11:33

    Comunque é vero che su quasi tutti gli articoli di giornale é scomparsa la parola gay. I due erano ‘amici’. Una doppia ipocrisia, a mio parere.

  • lorsi 8 Marzo 2016 at 10:07

    Non dovremmo dargli troppo spago ma… ammesso e non concesso che i fatti siano andati come li descrive lui (ma io aspetterei la fine dell’inchiesta prima di fare affermazioni) cosa vorrebbe sostenere ‘sto tipo? che questo fatto di cronaca è il paradigma dell’essere gay? cioè, tutti i gay sono drogati e malati di sesso tanto da prendere a martellate chi non ci sta?
    RIDICOLO!
    cmq tutta ‘sta fissazione omofoba sui gay e le loro vite di solito (se non sempre) ce l’hanno i repressi
    è quasi una legge matematica