FROSCI, scritta omofoba sulla vetrina di un negozio per un bacio gay

Condividi

12790963_942223602522926_6070306263043084050_n

Eccola qui, la solita storia d’omofobia all’italiana.
Presa di mira una coppia gay di Orbetello, con la vetrina del loro negozio imbrattata al grido FROSCI (…) a causa di un bacio gay, pensato per San Valentino.
Loro sono Maurizio Andreuccettie Giuseppe Liardo, proprietari del Numerodue concept store che hanno giustamente denunciato l’accaduto via Facebook, ricevendo in cambio il sostegno di Monica Cirinnà.
Perché se il DDL sulle unioni civili è passato al Senato, e non senza affanni,  c’è ancora un’urgentissima legge CONTRO l’omofobia che ristagna in chissà quale cassetto parlamentare. Possiamo dire che sia abbondantemente arrivata l’ora di farla ricicciare fuori.

Schermata 2016-03-01 alle 19.41.23

 

 

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Daniii 12 Marzo 2016 at 21:08

    Scusa leggo solo ora e a volte davvero mi fai cadere le braccia… Ma tu lo sai che negli USA ci sono fior fior di persone che ancora non sono disposte ad accettare un nero come compagno di lavoro, o genero, o medico?
    Se gli italiani non sono pronti allora giustifichiamo comportamenti che sono comunque sbagliati? Non e’ forse attraverso una stigmatizzazione ISTITUZIONALE di certi comportamenti che la mentalità di molti potrebbe cambiare? Io davvero non so certe cose da dove le tiri fuori…

  • Stefano Innominati 2 Marzo 2016 at 7:08

    Una reazione forte, civile ed indignata contro un atto di pura imbecillità.
    La mia solidarietà alle vittime di questa ennesima idiozia.
    Mi brucia ancora quando, più di trent’anni fa, in Marina scrivevano “buliccio” sul mio armadietto.
    Io colpevole solo di silenzi e sguardi ammirati che tradivano il mio amore per i ragazzi.
    Sentimento tra i più onesti e puliti che abbia mai provato in vita mia.
    Brucia vederselo scritto in maniera idiota e offensiva.
    Come brucia ai ragazzi Down sentirsi definire “mongoli” o sentirsi dire “poverino” a chi vive su una sedia a rotelle.