Nichi Vendola papà, è nato Tobia Antonio

Condividi

libero-2016-02-28-56d238ea8e5c1

Mentre in Italia si continua a discutere della mancata stepchild adoption nel DDL Cirinnà, dagli States ecco arrivare la notizia che Nichi Vendola, ex governatore della Regione Puglia, è diventato padre di Tobia Antonio.
A riportarlo LIBERO, che sbatte in prima pagina la notizia con la solita delicatezza che da sempre lo contraddistingue.
Il padre genetico è Eddy Testa, da tempo compagno di Nichi, per un bimbo nato ieri, 27 febbraio, in una clinica californiana.
La madre genetica sarebbe californiana mentre l’utero dovrebbe essere di «una donna di origine indonesiana residente negli Stati Uniti».
Nichi ed Eddy, 38 anni, rimarranno negli States almeno fino a fine aprile.
Da anni Vendola cullava il sogno di una paternità, ora finalmente diventato realtà.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Shkval 1 Marzo 2016 at 15:49

    1. Sei talmente cretino ed ignorante che non sai nemmeno che la parola bigotto è sinonimo di ipocrita e quindi non si riferisce solo a chi pratica culti ma anche a chi dovrebbe astenersi dall’emettere un giudizio ed invece offende due genitori legittimi dando loro dei capricciosi e tacciandoli di eugenetica.
    2. I costi della pratica coprono le spese sanitarie, il disturbo della madre che gestisce il bambino per quasi un anno e sicuramente sono un infinitesimale di quelli che ciascuna famiglia affronta per poter cresce un figlio.
    3. Anche oggi solo chi se li può permettere mette al mondo dei figli ma ci sono persone intelligenti abbastanza da non imputare la situazione socioeconomica dell’Italia esclusivamente ad una coppia di gay.

    4. Non esiste nessuna disciminazione perché in qualsiasi famiglia c’è l’unione di due estranei, che questa sia poi biologicamente riflessa nel proprio figlio è semplicemente irrilevante come testimoniato dal fatto che non c’è discriminazione tra figli naturali e figli illegittimi per il diritto. Se la vedi è perché vuole vederla, esattamente come vuoi vedere i capricci o negare di essere bigotto pur giudicando gli altri.

  • Feb 1 Marzo 2016 at 13:14

    Ed aggiungo – senza dover essere bollato come grafomane – che qui nessuno è a criticare le capacità genitoriali di Vendola e Testa, li ritengo dei comunissimi genitori in grado di poter far crescere in maniera tranquilla un bambino. Bensì la lente va puntata su una mancanza di regolamentazione alle adozioni in generale, di qualsiasi tipo di famiglia, perché se si vuol puntare ad un eguaglianza di diritti su ogni fronte, quello che è a beneficio di pochi viene poi proiettato su tutta la generalità, ingiustamente.

  • Feb 1 Marzo 2016 at 13:08

    La parola bigotto ha sempre il suo fascino espressa così ad muzzum facendo di tutta l’erba un fascio, ma si sa, in Italia siam. Seppure non osservi alcun culto ma viene data un’opinione diversa si è bigotti. Diversa poi da cosa?
    Io non mi riferisco alla pratica in sé, che comunque non rende tutti egualitari ma taglia in maniera trasversale tra ricchi e poveri, ma bensì sul volere un figlio che abbia una parte del proprio corredo biologico (considerando che l’altra metà genetica la mette una proto-sconosciuta). Mettiamola così: credo che la pratica porti con sé un certo motivo discriminatorio (che si può anche scorgere dalle prime righe del tuo ultimo commento) tra un figlio e famiglie di serie A, dove si condivide una parentela genetica; e figli e famiglie di serie B, dove vi è un che di estraneo.
    Come in tutte le cose, di cui il mondo ne è pieno, se si riempie la bandiera con uno slogan se ne tirano fuori degli altri che possono essere sì contrari – giustamente – ma anche più simili che portano una forzata ma inevitabile classificazione, soggettiva e di difficile oggettività.

  • Shkval 29 Febbraio 2016 at 22:10

    Sarà perché forse non adotti un estraneo ma comunque tuo figlio o quello del partner? È un capriccio solo per quegli individui patetici con il ditino puntato che hanno la necessità impellente di impedire agli altri la felicità che loro non potranno mai raggiungere. Sai che capriccio crescere un bambino, stare svegli la notte, pulire cacca e via dicendo? Il solo fatto che definite una scelta attentamente ponderata come “capriccio non indispensabile” evidenzia tutto il vostro disprezzo ed il vostro pregiudizio con il quale tentate inefficacemente di edulcolorare le vostre posizioni bigotte prive di qualsiasi fondamento oggettivo.

  • Feb 29 Febbraio 2016 at 18:13

    Non si tratta di omofobia. Non puoi considerare represso chi non si vergogna della propria omosessualità, ma si tratta di avere una propria opinione. Perché dire che i figli sono di chi li cresce ma si preferisce sempre la via genetica a quella, seppur, più lunga ma egualmente soddisfacente dell’adozione? Sì, voglio definirlo capriccio perché non è non è indispensabile né alla portata di tutti un “prezzo” a 6 cifre.

  • Shkval 29 Febbraio 2016 at 10:30

    Ci sono più commentatori omofobi qui che su Libero. I repressi sono proprio la maggioranza in Italia. 😀

  • Lucax88 28 Febbraio 2016 at 21:17

    Opinionosta sei tu! Un conto l adozione, ci può anche stare ma mi dispiace farlo così é veramente soddisfare un capriccio ed é proprio da frocio radical chic egoista

  • CONTROCORRENTE 28 Febbraio 2016 at 21:03

    non poteva aspettare e adottare uno dei milioni di bambini miserabili che stanno su questa terra mentre noi ci dividiamo tra viaggi-week end -smartphone-vestiti firmati e quant’altro.. ? perche’ appena si mette in discussione questa COMPRAVENDITA,,, si viene attaccati di omofobia… LE UNIONI CIVILI sono una cosa (sacrosanta) le ADOZIONI x coppie omosessuali un’altra ancora (e sempre SACROSANTA regolamentata con le giuste leggi a difesa del bambino cosi’ come si fa per quelle etero) .. ma l’UTERO IN AFFITTO e’ una pratica ABOMINEVOLE.. al pari della pedofilia e delle cose piu schiffose che esistono a questo mondo..se si giustifica questo..perche’ non goiustificare Berlusconi quando aveva incontri con una 17enne consenziente ?? mi sembra anche meno abominevole quest’ultima

  • Frederik 28 Febbraio 2016 at 18:44

    Nessuno in Italia parla ancora della mancata stepchild adoption!

  • Fritz Cavallo 28 Febbraio 2016 at 18:28

    Un altro opinionista da pomeriggio 5 di cui non sentivamo la mancanza

  • Jackinobello 28 Febbraio 2016 at 17:24

    Orrore.

  • Lucax88 28 Febbraio 2016 at 12:55

    N altro ricco egoista