Autore

Articoli correlati

Comments

  • Farouk 9 Febbraio 2016 at 9:52

    Ah, scusate. Tutti in piedi che nel confronto è entrato anche lo psicologo che definisce la mia personalità tramite i commenti che scrivo su un articolo di Gabriel Garko. Se poi lascio un commento sull’articolo di Paola Barale, Herr Doctor Freud, poi mi fa sapere di più sul mio Io? No, purtroppo, è proprio la ridicolaggine dei vostri commenti che dimostra la cecità di cui siete afflitti. Ma è normale, non vedete oltre il vostro naso. Ma non è colpa vostra, vi passo un’affettuosa mano sulla testa in segno di affetto fraterno. Poveri cuccioli. Peccato che non capite che Garko, apparendo in questo articolo in cui si parla dell’esplosione, proprio in maniera affranta e avvilita, sta cercando compassione (e non gli servono certo le fotografie per farlo… basta l’intervista… sempre che tu l’abbia letta… io l’ho letta tutta e tu?). Esplosione nella quale, ti ricordo, è deceduta una persona. Avrei trovato molto più consono e più rispettoso, evitare la strumentalizzazione di un fatto del genere e avere più rispetto per la povera vittima anonima, piuttosto che far pubblicare un articolo del genere cavalcando squallidamente un dramma umano per aumentare l’aspettativa della sua presenza (o meno) a Sanremo. That’s all. Comunque, noto che oltre che psicologo sei pure sbirro (“ti conviene darti una calmata”) e il Ministro dell’Economia (“sei comunque un poveraccio”). C’è qualcosa che non sei? Oltre a quello che già penso che tu sia.

  • Giò 7 Febbraio 2016 at 11:45

    Sei parecchio sfigato e rancoroso, forse ce l’hai con il mondo anzi sicuramente, ma ti conviene darti una calmata. Garko non sta facendo proprio nulla, non si vede da settimane e non si sa nemmeno se sarà al festival e non aspettava di certo un esplosione per far parlare di se! Il tuo discorso starebbe in piedi solo se farà una settimana sul palco con viso affranto e avvilito cercando compassione. Intanto sei comunque un poveraccio, magari preferivi pure fosse saltato in aria.

  • Farouk 6 Febbraio 2016 at 13:02

    Mi fa piacere che tu ti intenda di urologia e di pitali, ma quello a non centrare il vasetto ( e che non ci arriva nemmeno con il cervello, a quanto pare) sei tu, perchè come FACILMENTE si evince dal titolo, sottotitolo e occhiello dell’articolo (se non sai cosa sono allora faresti meglio a informarti) Garko sta cavalcando principalmente l’onda dell’esplosione e non certo quella di Sanremo che è menzionato solo e unicamente come unica frase con un laido “E sul palco di Sanremo”.

    Prima di criticare gli altri e di fare gli acidi, imparate a leggere e ad analizzare un articolo o un titolo giornalistico… e poi magari prendetevi un gaviscon 😉

  • zeus 6 Febbraio 2016 at 10:02

    Shock (come tu dici) è utilizzato fondamentalmente a nella terminologia scientifica (shock anafilattico, shock termico), mentre choc è utilizzato per definire uno stato d’animo, da cui deriva anche il neologismo choccare, choccato, choccante (e non shockare, shockato, shockante): sono choccato – è una notizia choccante.

  • subterlabentia 6 Febbraio 2016 at 3:56

    Choc è stata a lungo la forma più comune e consigliata nello stile redazionale, perché storicamente l’italiano ha preso a prestito dal francese e non dall’inglese. Ma la radice della parola è francese anche in inglese. Che i testi scientifici riflettano la dominanza dell’inglese è un fenomeno di attualità storica.
    Non c’è nessun errore e nessun purtroppo.

  • myname 5 Febbraio 2016 at 20:20

    mi dispiace ma stavolta hai pisciato fuori dal vaso. le copertine le avrebbe avute comunque essendo la vera novità (in positivo o negativo) del festival.

  • Francesco Giaffaglione 5 Febbraio 2016 at 17:48

    forse choc e’ francese

  • myname 5 Febbraio 2016 at 15:46

    choc è un errore entrato nell’uso comune, purtroppo. l’unica grafia corretta è shock. in nessun libro (minimamente serio) di medicina troverai mai choc.

  • Francesco 5 Febbraio 2016 at 15:42

    No ma complimenti, questa gente si fa chiamare “giornalista” e prende anche lo stipendio….

  • Febo Guiscaldo Elegiaco 5 Febbraio 2016 at 15:04

    Che palle!!!!

  • Luca 5 Febbraio 2016 at 14:05

    sai che seghe si sono fatte quelli di Oggi, il 50% del giornale regalato su un piatto d’argento senza raschiare il fondo del barile delle notizie!

  • Farouk 5 Febbraio 2016 at 14:04

    La cosa più schifosa non è l’errore di ortografia, ma il fatto che nell’esplosione sia morta una signora di 76 anni che si trovava nell’immobile e questo qui si fa le copertine delle riviste cavalcando l’incidente per far parlare di sé. LO SCHIFO.