x

#UnioniCivili, parla Maria Sole Tognazzi regista di Io e Lei: ‘Il tempo è scaduto ed è ora di cambiare’

Condividi

 

manifesto_IOeLEI_18e3a71ba9f46c1d2d0a9daaf80d3fc8

Quando ho iniziato ad immaginare la storia di Federica e Marina sapevo che avrebbe destato curiosità e forse qualche polemica. Un amore omosessuale raccontato con naturalezza all’interno di una quotidianità comune a tante coppie, poteva non essere capito e rispettato perché il vuoto legislativo genera vuoto culturale, legittimando ignoranza e discriminazione. Sono estremamente felice quindi che l’home video di IO e LEI esca proprio in questi giorni così significativi per i diritti di chi si ama. Mi auguro che da oggi le molte Federica e Marina italiane possano vedere finalmente riconosciuto il loro amore non solo dagli amici e dalle famiglie ma anche dallo Stato in cui vivono, lavorano e pagano le tasse. Spero che il ddl Cirinnà raccolga un’ampia maggioranza perché in un paese civile i diritti civili non possono non essere una priorità. Il tempo è scaduto ed è ora di cambiare‘.

Pensieri e parole di quella Maria Sole Tognazzi nei mesi scorsi vista in sala con Io e Lei, commedia sentimentale vera e passionale interpretata da Margherita Buy e Sabrina Ferilli. Un film che arriva in Home Video in edizione Lucky Red (distribuito da CG Entertainment, per Mustang), dal prossimo 4 Febbraio in Dvd e in alta definizione Blu Ray disc, accompagnato nei contenuti speciali da: backstage, trailer, scena tagliata, papere, pillole dal set.
Protagoniste Federica e Marina, donne che vivono insieme da diversi anni. Vengono da percorsi diversi, hanno caratteri e modi di vita differenti, discutono e si amano come qualsiasi copia. La loro storia d’amore è a un punto di svolta. Proprio quando Marina pensa che ormai si possano considerare una coppia stabile, Federica mossa da una serie di accadimenti entra in crisi. E comincia a porsi delle domande. Con chi vorrebbe dividere la propria vita? Chi è che ama veramente? E lei davvero, chi è?

Autore

Articoli correlati