#Italo, la polemica infiamma – la dura replica di Rete Lenford, il RED chiama al boicottaggio

Condividi

 

CZf5nb1W0AEZAQd

Non uno ma DUE cominicati ufficiali, pubblicati sul profilo Facebook, per alimentare ancor di più una polemica che sembra non voler conoscere la parola fine. Anzi. Perché con la ‘scelta’ di scontare il viaggio romano a chi vorrà andare al Family Day Italo si è letteralmente dato una martellata sui coglioni. Social scatenati, Red di Bologna che chiama al boicottaggio e Rete Lenford che replica con un durissimo comunicato, che mette giustamente in ballo anche la nostra ‘dignità’. In attesa del 3° comunicato aziendale, che fossi in loro riassumerei con queste semplicissime 4 parole: ‘abbiamo fatto una cagata’. Un consiglio spensierato, più che altro.

Schermata 2016-01-24 alle 17.02.34

Schermata 2016-01-24 alle 17.28.40 Schermata 2016-01-24 alle 17.30.21

Schermata 2016-01-24 alle 11.48.15

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Daniii 25 Gennaio 2016 at 13:47

    Vieni caro, facciamolo noi il trenino <3

  • Luca 25 Gennaio 2016 at 9:55

    Daniii Daniii birichino 😛

  • Daniii 25 Gennaio 2016 at 0:20

    ahaha piuttosto che prendere ancora un Italo mi faccio tutto lo stivale sulle ginocchia, carponi. Che poi, come immaginerete, e’ una posizione che mi viene comodo assumere <3

  • Cinephile 24 Gennaio 2016 at 21:03

    Quest’episodio vergognoso dovrebbe essere fatto conoscere all’estero. L’idea di perdere i soldi dei (molti) turisti stranieri in Italia sono sicuro che creerebbe un certo panico…

  • Personcina 24 Gennaio 2016 at 18:59

    Gentile direzione di Italo, stiamo organizzando una grande quantità di persone da portare ad Auschwitz e gradiremmo ottenere uno sconto sui biglietti, consci della vostra gestione scevra da qualunque ideologia politica ma determinata da puri parametri commerciali. Certi della vostra collaborazione specifichiamo che i biglietti sono da intendersi di sola andata, cordiali saluti.

  • Luca 24 Gennaio 2016 at 18:09

    povero il tizio (probabilmente uno stagista sottopagato) che deve lavorare di domenica sui social network per parare le falle!

  • DilfDilf 24 Gennaio 2016 at 17:40

    tanto sta fallendo no!? così imparano!