Papa Francesco e i matrimoni gay: l’obiezione di coscienza è un diritto umano

Condividi

Si può fare obiezione di coscienza sulle nozze gay? “Non posso avere in mente tutti i casi che possono esistere nell’obiezione di coscienza, ma posso dire che l’obiezione di coscienza è un diritto che rientra fra i diritti umani”. “L’obiezione di coscienza è un diritto e se una persona non permette di esercitare l’obiezione di coscienza, nega un diritto. E’ un diritto umano: se il funzionario di governo è una persona umana, ha quel diritto perché è un diritto umano. Non possiamo selezionare i diritti umani tra quelli di qualità e quelli con minore qualità“.

Così Papa Francesco durante la conferenza stampa a bordo dell’aereo di ritorno dagli Usa in Vaticano.
In sostanza il buon Bergoglio ha dato il suo assenzo all’obiezione di coscienza matrimoniale.
Perché c’è una prima volta per tutto, quando se parla di noi gay.

Autore

Articoli correlati