x

Sitges, aggressione omofoba per un ‘ciao’

Condividi

Sitges è una delle più note località gay friendly d’Europa. Ogni anno al colorato Pride partecipano decine di migliaia di persone, ma anche qui, dove un omosessuale dovrebbe teoricamente star sereno, fa ogni tanto capolino l’omofobia.
Mark Small, giovane drag queen londinese, è stato infatti pesantemente picchiato durante la notte. Solo e soltanto per un ‘ciao’ di troppo, come raccontato a Gay Star News.
‘Ero Sitges. Avevo appena lasciato il club e stavo facendo la mia strada che mi avrebbe portato alla stazione. Era piuttosto affollato. Ero in vacanza quindi ero generalmente allegro. Dicevo “ciao” alla gente, ma in modo amichevole. Non c’è stato alcun problema fino a quando ho detto “ciao” a questo ragazzo, lui mi ha guardato e un attimo dopo mi sono alzato dal pavimento ricoperto di sangue’.


Portato in ospedale con un’ambulanza, Mark ha perso un dente e non poco sangue ma si è fortunatamente presto ripreso.
Ho detto al medico dell’attacco e lui non era affatto sorpreso. Tutti mi han detto che poteva andar peggio. Mi fa male un po’ tutto il corpo, ho qualche livido ma sto bene‘. Insomma persino a Sitges, isolotto che di fatto tanto deve al mondo gay, c’è da sta attenti.

Autore

Articoli correlati