Bad Blood, arriva la parodia gay che denuncia la discriminazione sul sangue da donare

Condividi

Dal 1977, negli States, un gay non può donare il sangue se non dopo 12 mesi di assoluta castità.
Anche se monogamo e perennemente attaccato ad un preservativo.
Una discriminazione figlia dell’incubo AIDS inizio anni ’80 che Jeffery Self e Jake Wilson hanno parodiato attraverso una spassosa versione di Bad Blood di Taylor Swift.
Perché anche così, ovvero ridendo di un’anacronistica ingiustizia, si può fare attivismo glbtq.

Autore

Articoli correlati