Marcella Bella dice SI’ ai matrimoni omosessuali e attacca la Rettore: è pazza, sembrava un travesta

Condividi


Donatella Rettore è una pazza, era invidiosa di me perché era una pertica di 1,80 e con i tacchi sembrava un travesta, una bionda secca secca con i labbroni a canotto. Mi criticava per il mio abbigliamento e i tacchi alti, salvo poi presentarsi da angelo con le ali a Sanremo. Non riesco a porgere l’altra guancia a nessuno anche perché non voglio farmi venire il mal di fegato. I gay? Io sono per le libertà”. “I gay mi adorano, fanno parte dello zoccolo duro dei miei fan, li adoro. I matrimoni gay ? Contenti loro. Ognuno è libero di fare quel che vuole. C’è il gay che pensa che la famiglia può essere diversa e il gay che pensa che possa esserci solo quella tradizionale. Io sono per le libertà e il nostro Papa ha accettato già tante cose. E’ un Papa modernissimo, che porta avanti discorsi anticipatori dei tempi“.

Via Così Radio Club 91 nel programma i “Radioattivi” (con Ettore Petraroli e Rosario Verde), Marcella Bella SHOW tra diritti dei gay e attacco a testa bassa nei confronti della Rettore. Praticamente un cat fight poraccio tra icone degli anni ’80. ADORO.

Autore

Articoli correlati