Kyler Prescott, terzo adolescente trans suicida a San Diego nel giro di 3 mesi

Condividi

Un terzo adolescente transgender si è suicidato a San Diego. Il terzo in meno di tre mesi.
Kyler Prescott, 14 anni appena, si è chiuso in bagno e si è ucciso lo scorso 18 maggio.
Pochi anni fa il coming out in famiglia, per poi cadere in depressione con l’arrivo della pubertà e l’inevitabile cambiamento fisico.
Era un’agonia per lui anche solo spogliarsi per fare la doccia. Era intrappolato in un corpo sbagliato‘, ha rivelato la madre Katharine Prescott. Kyler aveva iniziato a tagliarsi, con la famiglia che ha cercato di aiutarlo con gruppi di supporto e di consulenza, ma il ragazzino (fisicamente nato femmina) non è mai migliorato.
A Pasqua il crollo, a causa di alcuni commenti omofobi da parte dei bulli della scuola che gli dicevano di ammazzarsi.
E lui l’ha fatto.
Prescott è così diventato il terzo giovane transgender suicida nell’area metropolitana di San Diego da marzo ad oggi, e l’undicesimo in tutti gli Usa in questo 2015.
Taylor Alesana, 16enne ragazza transgender, si era tolta la vita il 2 aprile, mentre il coetaneo Sage l’aveva fatto all’inizio di marzo.
Perché l’omo-transfobia non conosce pause.

Autore

Articoli correlati