Matrimoni GAY, parte il REFERENDUM irlandese – in ITALIA la maggioranza DICE SI’

Condividi

Il matrimonio può essere contratto tra due persone senza distinzione di sesso”.
Se saranno i SI’ a vincere il referendum irlandese che si è aperto oggi, in costituzione verrà aggiunta questa storica frase, 5 anni dopo l’entrata in vigore delle unioni civili.
L’Europa aggiungerebbe di fatto un altro SI’ alla già ricca lista di Paesi che hanno legalizzato i matrimoni gay. L’Irlanda sarebbe l’UNDICESIMO.
L’Italia, neanche a dirlo, NON esiste.
Peccato che a detta di un sondaggio portato avanti da Demos & Pi dell’ottobre del 2014, il 55 per cento degli italiani sarebbe favorevole alle nozze tra persone dello stesso sesso. Un anno e mezzo prima i favorevoli erano il 41%. Questo significa che sono in continua crescita.
E allora perché non tentare la strada del REFERENDUM all’italiana, con proposta di legge popolare?

Autore

Articoli correlati