Felice Belloli insulta il calcio femminile: basta soldi a ste lesbiche

Condividi

Felice Belloli, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, è consigliere federale ed è di fatto il presidente che gestisce il calcio femminile in Italia.
Un uomo che dovrebbe farsi in 4 per sostenere il movimento, ad oggi trainato da circa 11.000 iscritte.
Ma la FIGC vuole giustamente provare a rilanciare l’universo del calcio femminile grazie ai ricchi contributi di Fifa e Uefa, eppure proprio lui, Belloli, si è lasciato andare alla più incredibile ed omofoba affermazione nei suoi confronti.
“Basta non si può sempre parlare di dare soldi a queste quattro lesbiche…”.
Una frase che il presidente in questione avrebbe detto all’interno di una riunione, con tanto di virgolettato messo a verbale. Ma lui, sfacciato fino alla fine, nega.
“Bisogna dimostrare che ho detto certe parole. Ora lo dimostrino”. “Avrei detto queste cose? Avrei, appunto… Ora dimostrino che ho detto così… Dicano pure quello che vogliono”.
Perché ignoranza, omofobia e strafottenza, si sa, vanno da sempre a braccetto.

Autore

Articoli correlati