#ContaSuDiMe, Luiss Arcobaleno contro l’omofobia – video

Condividi

Io non so cosa voglia dire essere insultati per gay. Ma so cosa vuol dire crescere pensando di essere fuori posto, ed è molto dura – recitano nel video i ragazzi, rileggendo le parole di Obama – E so bene che, per molti, la sensazione di essere soli, o esclusi, può essere qualcosa che consuma. E che, quando vieni tormentato o picchiato, ti può sembrare che in qualche modo sia colpa tua perché sei diverso, perché non riesci ad adattarti. Ecco cosa voglio dirvi, però: non siete soli. Non avete fatto niente di male. Non meritate di essere attaccati. C’è un mondo che vi aspetta ed è pino di possibilità. Ci sono persone che vi vogliono bene e ci tengono a voi, esattamente per quello che siete‘.
Da Barack Obama, suo questo testo, ai ragazzi della Luiss Arcobaleno che hanno voluto metterci la faccia, tanto etero quanto gay, per dire basta all’OMOFOBIA, in concomitanza alla giornata mondiale del 17 giugno.

Autore

Articoli correlati