x

Martimoni Gay negli Usa, si riunisce la Corte Suprema – via libera ovunque?

Condividi

Una giornata storica, quella di oggi, perché la Corte Suprema degli Stati Uniti si è finalmente riunita per esaminare i ricorsi presentati contro Michigan, Ohio, Kentucky e Tennessee, ovvero i 4 Stati che hanno espressamente ‘vietato’ i matrimoni gay negli Usa.
Se i giudici dichiareranno INCOSTITUZIONALE queste leggi che NEGANO il matrimonio tra persone dello stesso sesso, automaticamente tutti e 50 gli Stati d’America potrebbero andare incontro all’incredibile via libera nei confronti delle nozze gay. Per ora sono ancora TREDICI gli Stati che privano di questo diritto i propri cittadini. Hillary Clinton, candidata democratica alle Presidenziali del 2016, ha così cinguettato sull’argomento poche ore fa: ‘Ogni coppia di innamorati e ogni famiglia meritano di essere trattati allo stesso modo e riconosciuti dalla legge in tutta la Nazione. #LoveMustWin #LoveCantWait’.
Imponente la pressione nei confronti dei giudici, di fatto chiamati ad una sentenza storica (prevista per giugno).

Autore

Articoli correlati