Rachel Bryk, altra giovane trans suicida negli Usa

Condividi

Aveva 23 anni, Rachel Bryk, e ha deciso di buttarsi dal George Washington Bridge, il ponte che unisce New York e il New Jersey, nella notte di giovedì 23 aprile.
Il motivo di un simile gesto? Era esausta degli insulti ricevuti on line.
Un testimone oculare ha detto di aver visto una giovane donna lasciare la sua borsa sul ponte per poi saltare nel fiume Hudson.
Il corpo di Rachel non è stato trovato. Sua madre, Lisa Bryk, è ancora scioccata.
Era super intelligente, molto brava con i computer. Ci mancherà‘.
Alla ragazza era stata diagnosticata in giovane età un’artrite reumatoide. Da sempre conviveva con dolori cronici. Questo significa che non riusciva a trovare lavori stabili.
Viveva di anime, cultura nerd e computer, tanto dall’essere diventata un’ottima programmatrice. Ed è qui, on line, che veniva continuamente derisa.
Dopo aver annunciato di volersi uccidere, via 4chan, nessuno ha tentato di fermarla.
Anche dopo la morte, sempre su 4chan, sono comparsi commenti del tipovittoria‘, ‘le morti trans sono una buona notizia’, ‘muori fottuto frocio‘. Perché a certi stronzi, purtroppo, neanche l’opportunità di navigare andrebbe data.

Autore

Articoli correlati