Prefetti VAFFANCULO – solo i tribunali possono annullare i registri sui matrimoni gay

Condividi

Libidine.
Profonda libidine.
Il Tar del Lazio je l’ha messa ar culo a quei tanti prefetti, Roma in testa, che avevano ordinato l’annullamento dei registri sulle nozze gay celebrate all’estero.
Solo un tribunale civile può metterci bocca.
Il tutto nasce dall’invasione di campo dell’imbarazzante Giuseppe Pecoraro, prefetto di Roma, che lo scorso 31 ottobre annullò per decreto il registro voluto da Ignazio Marino. Alcune coppie hanno prontamente fatto ricorso e SBAM, Pecoraro è finito a pecorina.
Poi per carità, questi registri più che altro simbolici potranno essere comunque annullati ma solo e soltanto da un tribunale civile.
In attesa che il Governo Renzi, sempre lui, si ricordi di noi.
Anche perché siamo a MARZO 2015, ed è da SETTEMBRE 2014 che attendiamo segnali di fumo arcobaleno.

Autore

Articoli correlati