Neil Patrick Harris e gli Oscar: MAI PIU’

Condividi

Ne’ la mia anima ne’ la mia famiglia potrebbero mai sopportare un’altra conduzione”. “E’ una serata bestiale. Non è facile per chi guarda lo show da casa comprendere il tempo e l’esigenza di giungere a un compromesso, a una concessione, a una spiegazione dietro ogni singolo aspetto della serata. Ogni scherzo, ogni formulazione di scherzo. Ogni cancellazione di uno scherzo. L’abbellimento di ogni riga. E non sto dicendo che difendo tutto quel che ho detto, che sia stata la scelta migliore, ma il mio lavoro era cercare di esaltare i film in gara e divertire la platea. E si sono divertiti. Per questo sono felice“.

Rimasto letteralmente in mutande e chiamato a dover digerire il crollo degli ascolti rispetto all’anno precedente (16% in meno, tanta roba), Neil Patrick Harris ha così di fatto sfanculato un’ipotesi OSCAR BIS, in realtà tutt’altro che all’ordine del giorno. Perché una pioggia di critiche è piovuta sul presentatore, colpevole a detta di molti di aver ‘appesantito’ una serata già di suo pachidermica ed infinita. Ecco perchè non solo in casa Academy stanno seriamente pensando ad un ritorno ai 5 film in nomination per l’Oscar più importante (finalmente, e non più fino ad un massimo di 10 come deciso nel 2009), ma anche ad un secondo ritorno.
Quello di the Queen Ellen DeGeneres.

Autore

Articoli correlati