x

Perché non ho mai ideato un supereroe gay? Parla Stan Lee

Condividi

92 anni all’anagrafe, Stan Lee è semplicemente una leggenda dei nostri tempi.
Il padre di decine di supereroi Marvel, dagli X-Men a l’Uomo Ragno passando per Thor, Hulk, Iron Man e i Fantastici 4, non ha mai realizzato un supereroe apertamente omosessuale, anche se Bryan Singer, con i film sugli X-Men, ha sempre sottolineato una sottotraccia legata alle ‘diversità’ dei mutanti, rimarcando la vicinanza delle loro lotte di accettazione a quelle del movimento glbtq nel campo dei diritti.
No, non l’ho mai fatto. Non credo che sia necessario ogni tipo di persona all’interno di una storia. Sai qual è il punto? Posso scrivere di cose che conosco. Ma se c’è un travolgente desiderio da parte del pubblico nell’avere un eroe gay, vorrei proprio realizzarne uno. Ma fino ad oggi e alla tua domanda non mi era mai venuto in mente‘.
Marvel, tra le altre cose, che ha già un supereroe omosessuale nel suo squadrone, ovvero Northstar, creato da Chris Claremont (testi) e John Byrne (disegni) e nel 2012 convolato addirittura a nozze con il compagno Kyle Jinadu.
Insomma, Stan, stai sereno e goditi la pensione, continuando a regalarci meravigliosi camei nei film tratti dalle tue opere.
Grazie.

Autore

Articoli correlati