Golden Globe 2015: trionfano Boyhood e Transparent, sconfitta Lana Del Rey

Condividi

L’annunciata vittoria di Boyhood, capolavoro assoluto di stagione; lo scatto di reni del delizioso Grand Budapest Hotel contro lo straordinario e favorito Birdman; l’incredibile sorpasso di Redmayne ai danni di Benedict Cumberbatch; gli applausi alla meravigliosa Julianne Moore e al ritrovato Michael Keaton; il riconoscimento più che meritato al paziente Richard Linklater e alla sua sublime Patricia Arquette; la sconfitta di Lana Del Rey firmata John Legend con la canzone portante di Selma.
Questo e poco altro sono stati i Golden Globe 2015 in ambito cinematografico, da sempre considerati anticamera degli Oscar. Statuette che questo giovedì presenteranno le proprie nomination in diretta. Dal punto di vista televisivo, invece, i Globi hanno visto trionfare l’incredibile TRANSPARENT, serie Amazon sul mondo transgender che ha conquistato il sottoscritto alla prima visione, e l’ipnotico Fargo. Premi importanti anche per Matt Bomer in The Normal Heart, stra-meritato, e ovviamente l’immenso Kevin Spacey per House of Cards.

Miglior film drammatico
Boyhood di Richard Linklater

Miglior commedia
Grand Budapest Hotel di Wes Anderson

Miglior attrice di film drammatico
Julianne Moore per Still Alice

Miglior film drammatico
Eddie Redmayne per La teoria del tutto

Miglior attore di commedia
Michael Keaton per Birdman

Miglior attrice protagonista di commedia
Amy Adams per Big Eyes

Miglior regista
Richard Linklater per Boyhood

Miglior film straniero
Leviathan del regista russo Andrey Zvyagintsev

Miglior sceneggiatura
Birdman di Alejandro González Iñárritu, Armando Bo, Alexander Dinelaris, Nicolás Giacobone

Miglior attrice non protagonista
Patricia Arquette per Boyhood

Miglior attore non protagonista
J. K. Simmons per Whiplash

Miglior film d’animazione
Dragon Trainer 2

Miglior canzone
Common per Selma

Miglior colonna sonora
Jóhann Jóhannsson per La teoria del tutto

PREMI TV
Miglior attore in una serie tv commedia
Jeffrey Tambor per Transparent

Miglior attore in una serie tv drammatica
Kevin Spacey per House of Cards

Miglior serie tv drammatica
The Affair

Miglior attrice in una miniserie o film per la tv
Maggie Gyllenhaal per The Honourable Woman

Miglior attore in una miniserie o film per la tv
Matt Bomer per The Normal Heart

Miglior serie tv commedia
Transparent

Miglior attrice in una serie tv commedia
Gina Rodriguez per Jane the Virgin

Miglior attore in una miniserie o film per la tv
Billy Bob Thornton per Fargo

Miglior miniserie o film per la tv
Fargo

Miglior attrice non protagonista in una serie tv
Joanne Froggatt per Downton Abbey

Miglior attrice in una serie tv
Ruth Wilson per The Affair

Autore

Articoli correlati