Rebel Heart di Madonna: perché il lancio promozionale è comunque andato a puttane

Condividi

Madonna come Beyonce?
No, nient’affatto.
La genialata targata Queen B di uscire dal giorno alla notte con un disco di inediti ha fatto scuola. Ma è stata a lungo pianificata. Studiata nei minimi dettagli, con una dozzina di video già girati e montati. Straordinaria la segretezza mantenuta, tanto da non far trapelare nulla. La pubblicazione on line di album e video ha ribaltato i canoni promozionali del pop, risultando vincente.
Quel che è avvenuto al mattino con Rebel Heart è decisamente diverso. Madonna si è ritrovata ‘costretta’ a pubblicare 1/3 del proprio disco. Non tutto, non completo. Solo 6 canzoni su 19, 5 delle quali leakkate in forma demo 3 giorni fa. Solo a marzo il disco uscirà ufficialmente, con altre canzoni in arrivo i primi di febbraio. Una sorta di release divisa in 3 parti, come mai si era visto. Qualcosa del tutto illogico. Dal pre-order all’aggiunta di ulteriori portate, fino al piatto definitivo. Ma esistevano alternative?
Il singolo di lancio, poi, pensato per uscire a SAN VALENTINO, non ha e chissà per quanto tempo ancora NON avrà un video ufficiale su cui poggiarsi. E’ facile immaginare che Madge sarebbe piombata sul set a metà gennaio, in modo dall’esser pronta per il 14 febbraio. Costretta ad anticipare i piani si è così ritrovata con un singolo bomba PRIVO di video. Magari per un mese intero. Se non più. Strade alternative, va detto, non ce n’erano. Il furto dei 13 brani caricati on line giorni fa è stato devastante sul piano dell’immagine e soprattutto su quello promozionale, perché come fare, adesso, a gestire una simile situazione? Le interviste, i live, i servizi fotografici. Tutto è stato bruciato questa mattina, con il ‘peso’ di un pre-order che potrà essere quantificato solo tra 3 mesi, quando il disco sarà ufficialmente in vendita (e con altro singolo a traino). Solo allora sapremo il numero di copie venduto oggi, 20 dicembre del 2014, e nei giorni a seguire. Surreale, per non dire allucinante. Ecco perché alla diretta interessata, molto probabimente, gireranno le palle come non mai. E come darle torto.

Autore

Articoli correlati