Lorenzo Richelmy mezzo nudo, chi è il Marco Polo del kolossal Netflix

Condividi

90 milioni di dollari di budget, 100 attori provinati per il ruolo di protagonista, i fratelli Weinstein in cabina di produzione e la mitica Netflix a marchiare il tutto.
Prime due puntate on line per il kolossal Marco Polo, serie tv che può vantare due italiani nel cast. Ovvero Pierfrancesco Favino, padre del protagonista, e soprattutto il 24enne Lorenzo Richelmy, figlio d’arte e italianissimo di La Spezia, visto in sala con Sotto una buona stella di Carlo Verdone e 5 anni fa in tv con I liceali.
Proprio ne I Liceali il buon Lorenzo si era concesso un mezzo nudo con petto in vista (da vedere QUI), mentre per ora, al termine della prima puntata di Marco Polo, è fuggito da un branco di allupate trucide che volevano sbatterselo sotto l’occhio vigile di Kublai Khan.
10 puntate, ambizione smodata nel voler diventare il ‘nuovo Gme of Thrones’, e un attore nostrano in Italia di fatto sconosciuto ed ora pronto a diventare celebrità internazionale.
Memorizzate per benino questo nome. Lorenzo Richelmy.

Autore

Articoli correlati