Cristiano Malgioglio dice NO a matrimoni e adozioni gay

Condividi

Il matrimonio gay mi sembra una battaglia antica, vecchia. Io non mi sposerei mai e non adotterei mai dei bambini. Un bambino deve crescere con una donna, la parola mamma è troppo importante. Però due uomini e due donne possono dare un affetto enorme a un piccolo”. “Il gay pride mi sembra una cosa da carnevale, li trovo confusi questi gay e trans in costume da bagno. Vadano a Cuba, dove c’è una marcia diversa senza tutto questo clamore. Bisogna avere anche un po’ di pudore”. “Due uomini che si baciano per strada non va bene, bisogna avere pudore e riservatezza. Anche i bambini camminano per strada. Se noi gay avessimo più pudore potremmo ottenere tantissimi risultati”. “L’omofobia invece è una cosa orribile e io ogni anno vado a Cuba con Mariela Castro, la nipote di Fidel e figlia di Raul. Lei sta facendo cose meravigliose contro l’omofobia. Sui diritti a Cuba sono molto più avanti di noi”. Via LaZanzara.

Che dire, se non profondo imbarazzo per questa macchietta televisiva che viene a parlare di CANEVALATE e di ciò che lui non farebbe mai. E se Malgioglio non vuole sposarsi ne’ adottare, perché al resto dei gay italiani dovrebbe esser data l’opportunità di farlo?
Non fa una piega.

Autore

Articoli correlati