Gay Village 2014 – Magdi Allam attacca: baci gay contro la famiglia NATURALE

Condividi

Due uomini che si baciano.
Che scandalo.
Che vergogna.
Che schifo.
Che oltraggio!
Firmato Magdi Allam, egiziano naturalizzato italiano che solo pochi mesi fa diede vita alla più comica delle campagne elettorali per le Europee, dicendo BASTA ai clandestini e agli immigrati. Colui che nel 2008 si convertì al cattolicesimo per poi iniziare una sua personale battaglia clericale fatta di minchiate.
L’ultima delle quali, per l’appunto, contro il Gay Village di Roma, a suo dire ‘colpevole’ di aver per la prima volta piazzato dei baci gay e lesbo sulla campagna ufficiale. E quale sarà l’impatto sui minori, si chiede Allam. Per non parlare di quello sull’ormai mitologica FAMIGLIA NATURALE, a quanto pare in serio pericolo a causa di un cartellone e NON per i tanti fatti di cronaca nera che raccontano storie raccapriccianti e per le recenti pagine politiche di stampo quasi boccaccesco. Di ‘innaturale’, tra le altre cose, c’è solo e soltanto la pretesa di decidere cosa e chi non lo sia.  Domande epocali quelle di Magdi che fanno e faranno sobbalzare il mondo. Quindi grazie Allam per averle gentilmente poste alla nostra attenzione. Se non ci fossero, questi catto-omofobi, bisognerebbe quasi inventarli. Perché ti fanno stare bene con te stesso. Li vedi, li leggi, li ascolti, e ti sale l’autostima.

Autore

Articoli correlati