Confronto candidati Pd sui diritti civili – il VIDEO

Condividi

Sarò breve e coinciso.
Benissimo Pippo Civati.
Benino Cuperlo.
Pessimo Matteo Renzi, dichiaratamente ‘timido’ nei confronti dei diritti dei gay e addirittura orgoglioso dell’agghiacciante legge contro l’Omofobia portata avanti da Ivan Scalfarotto.
Una ‘timidezza’ che va a braccetto con il disprezzo politico che provo nei suoi confronti.
Perché diventerà pure inspiegabilmente Segretario Pd (da Sindaco) e vincerà le elezioni (se e quando andremo al voto), ma il primo cittadino di Firenze non sarà mai il mio Premier. Il motivo? NON si può essere ‘timidi’ nei confronti dei DIRITTI civili. Mai.

La vostra posizione su affidi, adozioni e unioni civili delle coppie gay.
Civati: io sono per l’assoluta uguaglianza, per i matrimoni ugualitari. Non voglio reticenze, né imbarazzi. Sono favorevole anche ad affidi e adozioni.
Cuperlo: io penso che non dobbiamo avere paura delle parole, ma amare le persone. Estendere i diritti civili non è mai un gioco a somma zero, aiuta tutti. La questione delle adozioni, invece, è complessa, va discussa in maniera più approfondita.
Renzi: invidio molto chi spara certezze, vado più cauto su questi temi rispetto a Gianni e Pippo. Ma si parla tanto, poi si va in Parlamento e si devono presentare gli atti. Non impantaniamoci in discussioni sul matrimonio, altrimenti non si fa nulla nemmeno stavolta. Io sono per la civil partnership, perchè passi la legge sull’omofobia, e la step child adoption.

Autore

Articoli correlati