x

Cher ICON Legend per Attitude Magazine – video + discorso

Condividi

Credo che questo sia il primo di questi premi che io abbia mai accettato. Ho sempre trovato poco delicato quando qualcuno vuole darti un premio alla carriera, perché poi significa che in qualche modo tu debba tornare poi a casa e lavorare a maglia o qualcosa di simile. E io non sono pronta a farlo. Avevo 9 anni quando conobbi i primi gay, erano amici di mia madre. Erano parrucchieri. I gay, i miei amici, ti amano o neanche si accorgono che tu stia su questo Pianeta. Penso che voi abbiate bisogno di una donna forte in perenne esaurimento. E quella sono io. Persino Judi Garland non era niente in confronto a me“.

E qui scattano risate, applausi e lacrime.
Perché se c’è UNA persona al mondo che può provare a gettare la propria ombra su Dorothy Gale senza essere linciata è solo e soltanto Cher.
Con ironia, si intende, ma senza suscitare UN grido che sia uno di fastidio. Di allarme.
Perché la millenaria è l’ICONA per antonomasia di un movimento che in questi ultimi mesi l’ha felicemente riscoperta, tanto da celebrarla con il premio ICON Legend firmato Attitude Magazie.
E lei, divina, non ha potuto far altro che partorire il discorso d’accettazione più gay di sempre.

Autore

Articoli correlati