Chiara Iezzi sbrocca su Facebook: non sono una leccapassere, ora basta

Condividi

E poi dicono che il caldo non dia alla testa. Cara Chiara, essere ‘etichettate’ come lesbiche non equivale al male assoluto. Nessuno ti ha dato della assassina o della laziale. Se a me dessero dello sfrantatope (laziale) mi farei una risata, correrei a comprare un calippo intonando Grazie Roma e ciao. Quindi anche meno.

P.S. immagino la gioia delle ‘checche isteriche’ che da anni seguono Paola e Chiara nel leggere certe dichiarazioni. Gli altri si ‘amano’, ma loro no. Bah. Ribadisco, il caldo da’ decisamente alla testa.

P.P.S. e arrivò il commento della sorella Paola, che intelligentemente se ne tiene alla larga, prendendo le distanza dall’assurda sfuriata di Chiara.

Autore

Articoli correlati