x

Lana Del Rey puntualizza: ho scritto il 99% di Born to Die

Condividi

Quasi 1 milione di copie vendute in tutto il mondo in poco più di un mese.
Esordio con il botto per Lana Del Rey e il suo Born to Die, disco su cui la stessa cantante ha voluto mettere il ‘cappello’.
Perché Lana si è giustamente fatta girare i coglioni quando ha letto, in giro per la rete, che sarebbe una semplice marionetta nelle mani della Interscope. Born To Die è stato infatti scritto al 99,9% dalla stessa Lana. Intervistata dalla radio KQRR, la Del Rey ha voluto sottolineare come abbia scritto di suo pugno ogni parola dell’album, tranne due strofe. Una in Diet Mountain Dew e l’altra in Lolita. Per il resto è tutta farina del suo sacco
Non contenta, e visto l’innegabile boom a cui è andata incontro, quest’estate Lana potrebbe far riuscire nei negozi di dischi il suo VERO album di debutto, firmato con il proprio reale nome, ovvero Lizzy Grant, praticamente sparito dalla circolazione anche se abbondantemente sul Tubo.
Costato appena 10,000 dollari, il disco è uscito nel 2010, con etichetta Vanilla Sky, rimanendo nell’anonimato più totale, tanto che il padre di Lana, Robert Grant, si è poi comprato i diritti e l’ha ritirato dal mercato. Ora, visto il successo del marchio Del Rey, Lana vorrebbe rilanciarlo, probabilmente in estate, sperando di bissare i risultati di Born To Die. Nell’attesa, qui sotto potrete ascoltare TUTTE le 13 canzoni che lo compongono, per un album ASSOLUTAMENTE meritevole di rinascita.

Vendite Born to Die in tutto il mondo
1° settimana: 327.000 copie – 1° posto
2°: 198.000 copie – 3° posto
3°: 146.000 copie – 3° posto
4°: 115.000 copie – 3° posto
5°: 104.000 copie – 4° postp
Totale: 890,000 copie

Autore

Articoli correlati