Flop di vendite per Girl di Beyonce e Judas di Lady Gaga?

Condividi

Sarà domani il gran giorno. Quello del lancio ufficiale, almeno sulle tv d’America. Lady Gaga performerà da Ellen per la prima volta il suo secondo singolo, estratto dall’album in uscita a maggio. Una comparsata, con tanto di intervista registrata oggi, come si può vedere dalla foto promozionale, che ci mostra una Gaga anni 90 e pronta ad invadere tutti i canali d’America con Judas, che per il momento, ed è giusto dirlo, non ha fatto faville. Anzi. D’altronde con Born This Way aveva frantumato record su record. Ma QUELLA era un’eccezione, e non Judas, visto che i singoli di Gaga hanno sempre impiegato del tempo per crescere, vendere e scalare posizione nelle chart. E’ successo persino con Bad Romance, da molti considerato il suo capolavoro. La settimana completa di Judas svela infatti un’assoluta verità: 150,000 copie vendute, ovvero meno delle 163,000 bruciate nei primi due giorni la settimana passata. Poco più di 300,000 in 10 giorni, mica bruscolini, ma lontanissime dalle quasi 450,000 vendute in 72 ore da Born This Way un paio di mesi fa. In soldoni a partire da domani Gaga dovrà fasse er culo tra una diretta e l’altra per riuscire a conquistare gli americani, aspettando il video ufficiale, in arrivo la prossima settimana, chiamato a compiere l’ennesimo miracolo. Ovvero far decollare Judas, per ora partito decisamente lento.
Lento come il ritorno di Beyonce. Doveva spaccare il culo a tutte. L’abbiamo ripetuto come un mantra per settimane, e invece la sua strabordante Run The World (Girls) per ora non se l’è proprio inchiappettata nessuno. Appena 70,000 copie vendute, e una triste e clamorosa 22° posizione. Roba che la Aguilera è da stamattina che se sgrilletta, perché finalmente in compagnia. E qui il discorso si fa serio e preoccupante, perché dopo anni di silenzio il ritorno di Beyonce avrebbe dovuto fa resuscità pure i pesci del Mar Morto. E invece nisba. Anche perché ormai a vendere in tutto il mondo, States compresi, è solo e soltanto lei, Adele, ancora in testa alla chart statunitense degli album con un mostruoso +68% rispetto a 7 giorni fa, pari a 154,286 copie.  Tante, tantissime, con il cast di Glee secondo (84,113 copie), i Foo Fighers terzi, dopo il primato della scorsa settimana (71,563 copie), e Femme Fatale di Britney 5°, con un positivo +11% e 46,579 copie vendute. E che i brittaroli festeggino pure (nei limiti del possibile, visto che parliamo di numeri comunque estremamente bassi). Perché QUESTA è la loro Pasqua.

Update: anteprima video from Ellen… ecco un pezzetto di Judas!

Autore

Articoli correlati