x

Se questa è Lorella Cuccarini io so Ghandi

Condividi
Dopo l’uscita in LEGA STYLE sui matrimoni e sulle adozioni gay, Lorella Cuccarini chiama a raccolta tutti quei froci GNOCCOLONI pronti a celebrarla pure se gli passasse sulle palle con i tacchi a spillo. La Lorella nazionale, infatti, è in arrivo a Teatro con il musical Il Pianeta Proibito, diretto e coreografato da Luca Tommassini (si ok, l’ex ballerino di Madonna… 20 anni che ce magna questo co sta storia) , che ha letteralmente saccheggiato X-Factor. Tra i protagonisti, infatti, ci saranno gli ELIMINATI PRIMA DE POTE’ RESPIRA’ Chiara Ranieri, Antonio Marino, Enrico Nordio, Francesca Ciampa e Ilaria Porceddu (chiiiiiiiiiii???????? TALENTI DI X-FACTOR???), oltre a Morgan, la Maionchi e Facchinetti, sul palco in modo VIRTUALE, ovvero in 3D (l’RVM non fa più fico, ora è 3D)!
Da giorni poi mi chiedo cosa CAZZO ci faccia nel cast GIANLUCA MEROLLI, ex cantante di Amici di Maria e tra i protagonisti del musical sui Queen, che, testualmente, avrebbe “curato la traduzione dei testi delle canzoni, firmando il tema originale del musical affidato alla voce di Lorella Cuccarini”.
Eeeeeeeeeeeeeeeeeh??? Cioè da cantante/attore questo me s’è trasformato in traduttore/autore musicale?!?!? Ma da quando?!?!? Assalito dai dubbi (e dalla curiosità) ho chiesto un po’ in giro, ottenendo una risposta di una SEMPLICITA’ ed OVVIETA’ disarmante, che ovviamente tengo per me, volendo evitare di finire in Tribunale (lo so è da stronzi ma provate ad indovinare ed avrete una risposta).
La cosa però che salta IMMEDIATAMENTE all’occhio è la PAZZESCA e ridicola locandina dello spettacolo, che vede la TESTA photoshoppata di Lorella Cuccarini, TAGLIATA ed INCOLLATA sul corpo di una delle ballerine! A coprire tutto una chitarra elettrica, della serie “se ce mettevamo quella vera non ce bastava un pianoforte a coda”.
Considerando poi il GENIALE tempismo della Lorella (a una settimana dal debutto tu spari a zero sui gay, ovvero gli unici che te se cagano? Cazzo sei un fenomeno… ) sarà curioso capire COME e CHI riempirà il Teatro Sistina di Roma (abbonati a parte), solitamente frequentato da un pubblico che sotto il braccio non tiene il programma della giornata ma la propria lapide (fantastica battuta presa in prestito).
Chi vivrà, vedrà… auguri Lorella? Ma anche no.

Autore

Articoli correlati