La grandinata perfetta

Condividi

Dopo ore e ore di tosse, catarro e Madonne riesco finalmente ad addormentarmi.
Saranno si e no le 3 di notte.
Il Sabato sera è passato via liscio tra Simpson in prima tv su Italia 1, la gonna stroboscopica di Maria De Filippi a C’è posta per Tv, qualche puntata da recuperare di Gossip Girl e un buon libro.
Finalmente dormo. All’apparenza…
Il destino è infatti contrario al mio sonno e al mio riposto. Dormendo sempre con la finestra aperta, alle 4:40 vengo svegliato da quello che è il più incredibile nubifragio mai sceso su Roma.
Del ghiaccio. Mi sveglio con del ghiaccio in faccia, mi sta grandinando sulla faccia!
Mi alzo, ovviamente la tosse risponde PRESENTE, e vedo la FINE DEL MONDO fuori dalla finestra.
Mai visto niente di simile. Una granita gigante sta scendendo dal cielo! Piovono chicchi di ghiaccio grandi quanto i testicoli di un porno attore professionista, la strada sotto casa è totalmente bianca, ricoperta di grandine! Fulmini e lampi, un vento epocale, tantissima pioggia e questa grandine che non ha intenzione di smettere, ammassandosi in strada, dove un fiume di non si sa cosa scende verso Ponte Milvio, praticamente allagato.
Spaventato e al tempo stesso ammaliato, non son riuscito a staccar gli occhi da questo spettacolo della natura fino alle 5:30.
Poi ho ripreso a tossire…
7° giorno di tosse, ore di sonno: 4
Sto impazzendo…

Autore

Articoli correlati