Festival Internazionale del Film di Roma, ecco i pronostici

Condividi


Oggi pomeriggio conosceremo i vincitori ufficiali della 3° edizione del Festival Internazionale del Film di Roma ed il toto Marc’Aurelio è già ovviamente partito. Sui premi da assegnare e sulle modalità di assegnazione c’è grandissima confusione. Oltre ai 14 titoli in concorso ci sono anche i 7 titoli dell’Anteprima che parteciperanno misteriosamente alla gara. Ad incoronarli il pubblico, che ha votato lungo tutta la settimana i film proiettati, con picchi del 60% dei votanti tra i possessori di biglietti, e una giuria di ‘qualità’ che praticamente nessuno conosce. Praticamente un mistero…
Fare previsioni quest’anno è quindi assai difficile. D’altronde quando entra in gioco il voto popolare, vedi Sanremo o Miss Italia, le regole del gioco impazziscono, con risultati impensabili pronti a piovere dal cielo. Tra le 14 pellicole in anteprima europea, e quindi in concorso, a mio avviso saranno 3 i titoli a giocarsi il Marc’Aurelio: Cliente di Josiane Balasko, El artista di Mariano Cohn e Gastón Duprat e Aide toi, le ciel t’aidera di François Dupeyron.
Proprio quest’ultimo titolo è il mio favorito numero 1, come già detto giorni fa. Peccato che tra le schede del pubblico votante ci sia un titolo che fa tremare le sale dell’Auditorium, ovvero il terribile Un gioco da Ragazze, che potrebbe aver sfruttato le roventi polemiche della settimana per stupire tutti. Che Dio ce ne scampi. Tra le 7 Anteprime sempre in concorso ( è a dir poco machiavellistica la divisione dei premi e delle categorie di quest’anno, ma chi è il genio che l’ha partorita? ) sarà invece guerra a due, tra l’applauditissimo Easy Virtue di Stephan Elliott e l’apprezzato Serce na dloni di Krzysztof Zanussi. In conclusione il cerchio si chiude attorno a 3 titoli: El artista, Aide toi, le ciel t’aidera ed Easy Virtue.
La famosa Giuria di Qualità, composta da Edoardo Bruno, Michel Ciment, Tahar Ben Jelloun, Emanuel Levy e Roman Gutek, assegnerà inoltre altri tre premi, ovvero il Premio Marc’Aurelio d’oro della critica al miglior film, il Premio Marc’Aurelio della critica alla migliore interprete femminile e il Premio Marc’Aurelio della critica al miglior interprete maschile.
Anche qui i dubbi sono tanti e indovinare il trionfatore se non è impossibile poco ci manca. Jessica Biel potrebbe esser scelta nel caso in cui Easy Virtue non riuscisse a vincere il Marc’Aurelio d’Oro, così come la stessa identica cosa potrebbe succedere con la straordinaria protagonista di Aide toi, le ciel t’aidera. Terzo incomodo la nostra Finocchiaro, apprezzata in Galantuomini, che porterebbe una coppa ad un italiano, in un Festival che proprio al cinema italiano si è maggiormente rivolto.
Ma a questo punto non ci resta che attendere la giornata di domani. I giochi sono quasi fatti, i pronostici pure, con il successore di Juno che aspetta solo di essere annunciato. Io il mio titolo l’ho lanciato… Aide toi, le ciel t’aidera, ci avrò preso?

Autore

Articoli correlati