Ambra Angiolini in Bianco e Nero, le foto in ESCLUSIVA UNIVERSALE INTERGALATTICA

Condividi


Proprio ieri vi parlavo di Bianco e Nero, nuovo film di Cristina Comencini, con Ambra e Fabio Volo protagonisti assoluti.
Preso atto, con sorpresa, della bravura di Volo, sempre più calato nella parte di ‘attore’, e sempre pronto a tirarsela a più non posso per quest’altro traguardo raggiunto, proprio AMBRA era il mio principale obiettivo, degna d’attenzione dal primo all’ultimo minuto di pellicola e dal primo all’ultimo secondo della conferenza stampa.

Tesissima ed emozionata, visibilmente ancora non preparata al ‘mondo cinema’, alle prime con la stampa e alle conseguenti eventuali critiche, Ambretta ha confermato pregi e difetti da neo attrice, probabilmente ( e sicuramente…) troppo elogiata e premiata dopo Saturno Contro, fatto che ha consentito di sviare su quella che può esser davvero considerata una sua innata ‘bravura’.
Se con Ozpetek venne facilitata da una parte disegnata SU DI LEI, ad hoc, ben scritta e obiettivamente ‘semplice’ da interpretare, quella della frociarola cinica e spigliata, 30enne mezza tossica, con la Comencini è stata portata a fare il classico passetto in avanti, alla commedia che prende il posto dei toni drammatici, alternandosi ad essi, alla ragazza che ostenta sicurezza, per poi esplodere nel momento del tradimento, per liberare finalmente quanto si era con forza trattenuto.

Forzata, tirata e impacciata nella prima parte, dove ha un viso che inopportunamente e inspiegabilmente TENDE a SORRIDERE sempre, eccessivamente URLATRICE e isterica nella seconda, con il MODELLO MORANTE che si percepiscenettamente, finalmente in parte nella terza, dove cerca consolazione, appoggio morale e fisico, dando un’ottima dimostrazione di se.

In conclusione nè promossa nè bocciata, ma semplicemente rimandata, a quella che potrebbe davvero essere la pellicola della svolta per la sua carriera, la prossima, da scegliere con cura e attenzione, senza fretta o patemi d’animo, perchè come potrebbe essere il suo definitivo trampolino di lancio, potrebbe essere benissimo anche quello che la trasforma in felice e dimenticata meteora del cinema italiano… quindi occhio Ambra..

Autore

Articoli correlati