Ricordi di Mamma Roma …….

Condividi


50 anni fa, nannarella vinceva 1 oscar come migliore attrice protagonista, per La Rosa Tatuata.
23 anni fa nannarella moriva, a soli 65 anni, per un tumore al pancreas, e con lei moriva anche la più grande attrice della storia del nostro paese. Marilyn Monroe la chiamava “la divina Anna”, il Time la consacrò come “la più grande attrice del mondo”. Siamo alla metà degli anni 50, ed il cinema italiano è in cima al mondo, grazie al Neorealismo. Gli americani guardano all’Italia con fascino e rispetto, Rossellini, Visconti, De Sica e Fellini fanno scuola, e un’attrice, una su tutte, rompe definitivamente con l’immagine stereotipata della DIVA, tutta trucco, acconciature e gioielli, e questa attrice è ANNA MAGNANI. Anna Magnani frantuma i canoni della bellezza, ed eclissa tutte le “colleghe”, impossibilitate ad eguagliarla in quanto a bravura. Nel 46 emoziona il mondo con Roma Città Aperta, di Rossellini. La scena in cui lei corre, disperata, verso il figlio Francesco, il proseguo con gli spari, lei a terra, Aldo Fabrizi che va a raccoglierla, è una scena manifesto, entrata di diritto nella storia del cinema. Da questo momento nannarella conquista gli states e il mondo intero. Nasce un’intensa relazione con Rossellini, che poi la lasciò per Ingrid Bergman, ma soprattutto nasce 1 mito. La vediamo in Campo dei Fiori, L’onorevole Angelina, L’amore, Vulcano, Bellissima, fino alla Rosa Tatuata, film pensato per lei, dall’amico Tennesse Williams. Resta negli states solo 5 mesi, realizza altri 2 film, poi torna alla sua terra, Roma, e da suo figlio, Luca. Una volta tornata il cinema italiano lentamente comincia a dimenticarla, ingenerosamente, perchè altre DIVE, altre stelle si affacciano alla finestra, su tutte Sophia Loren.
Nannarella torna a fare teatro, approda alla tv, sempre meno si presta al grnade schermo, tranne in rare occasioni, come in Mamma Roma del “poeta del cinema” PPP, ovvero Pier Paolo Pasolini.
L’ultimo film di nannarella sarà una comparsata, una scena di pochi secondi, pochi ma buoni, per rimanere impressi nella memoria collettiva, come un marchio. Il film è ROMA, del 72, un anno prima della morte, dell’indimenticabile Federico Fellini. Serviva un personaggio che rappresentasse al meglio questa città, un simbolo, un icona, e venne scelta proprio lei, Anna Magnani, con quei suoi occhi magnetici, quelle occhiaie scavate, quei capelli neri come la pece, sempre arruffati e mai a posto, quel sorriso solare e irregolare, quella risata fragorosa e trascinante, quella voce inconfondibile e indimenticabile.
Tutto questo era ANNA MAGNANI, ovvero la più grande attrice che il nostro paese abbia mai partorito.

Prossimo Articolo

SPECIALE NOTTE OSCAR !!!

Articolo Precedente

Ricordi di Mamma Roma …….

Autore

Articoli correlati