Justin Bieber ha venduto tutto il suo catalogo musicale per 200 milioni di dollari

Condividi

Justin Bieber ha battuto cassa, vendendo i diritti delle sue canzoni a Hipgnosis, una società di investimento associata a Blackstone. Secondo Variety, l’affare è stato chiuso alla modica cifra di 200 milioni di dollari.
Il catalogo acquisito da Hipgnosis è composto da più di 290 titoli, tutti usciti entro il 31 dicembre 2021.
Tra questi i brani dell’ultimo album della popstar canadese, intitolato “Justice” e uscito a marzo 2021.
“L‘impatto di Justin Bieber sulla cultura globale negli ultimi 14 anni è stato davvero notevole. Questa acquisizione è tra i più grandi affari mai fatti per un artista di età inferiore ai 70 anni“, ha dichiarato Merck Mercuriadis, fondatore e CEO di Hipgnosis, in una dichiarazione ufficiale. “Tale è la potenza di questo incredibile catalogo che ha quasi 82 ​​milioni di ascoltatori mensili e oltre 30 miliardi di stream solo su Spotify. Scooter Braun lo ha aiutato a costruire un magnifico catalogo, ed è un piacere dare il benvenuto a Justin e alla sua incredibile musica nella famiglia Hipgnosis“.
Anche Braun, manager di Bieber da più di un decennio, ha celebrato l’affare. “Quando Justin ha preso la decisione di concludere un accordo, abbiamo rapidamente trovato i migliori partner per preservare e far crescere la sua incredibile eredità: Merck e Hipgnosis. La grandezza di Justin è solo all’inizio“.

Autore

Articoli correlati