Bafta 2022, i vincitori: Joanna Scanlan batte Lady Gaga come miglior attrice

Condividi

Sfumata la nomination agli Oscar, persi i treni del Golden Globe e dei SAG, Lady Gaga è uscita sconfitta anche dai Bafta, principali premi cinematografici britannici.
Ma con sorpresa. A battere miss. Germanotta è stata infatti la sconosciuta ai più Joanna Scanlan, 60enne in trionfo come miglior attrice protagonista grazie ad After Love, film arrivato in Italia grazie a Teodora. Per il resto Will Smith è stato incoronato miglior attore, con sempre più vista sull’Academy, mentre la strepitosa Ariana DeBose di West Side Story miglior attrice non protagonista e Troy Kotsur di CODA, vincitore inoltre del Bafta per la miglior sceneggiatura non originale, miglior attore non protagonista.
Il Potere del Cane ha sbancato anche i Bafta dopo i Golden Globe, vincendo i premi per il miglior film e regia, con Paul Thomas Anderson dovutosi accontentare della miglior sceneggiatura con il fantastico Licorice Pizza ed Encanto eletto miglior film d’animazione. Drive My Car ha battuto È stata la mano di Dio tra i film stranieri.
5 i Bafta andati a Dune, tutti tecnici, con Belfast eletto miglior film britannico.

VINCITORI

Miglior film

Il potere del cane (The Power of the Dog), regia di Jane Campion

Miglior film britannico

Belfast, regia di Kenneth Branagh

Miglior debutto di un regista, sceneggiatore o produttore britannico

Jeymes Samuel (regista, sceneggiatore) – The Harder They Fall

Miglior film in lingua straniera

Drive My Car (Doraibu mai kā), regia di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone)

Miglior documentario

Summer of Soul (…Or, When the Revolution Could Not Be Televised), regia di Ahmir “Questlove” Thompson

Miglior film d’animazione

Encanto, regia di Byron Howard e Jared Bush

Miglior regista

Jane Campion – Il potere del cane (The Power of the Dog)

Miglior sceneggiatura originale

Paul Thomas Anderson – Licorice Pizza

Miglior sceneggiatura non originale

Sian Heder – I segni del cuore (CODA), basato sulla pellicola cinematografica La famiglia Bélier (La Famille Bélier) diretto da Éric Lartigau

Miglior attrice protagonista

Joanna Scanlan – After Love

Miglior attore protagonista

Will Smith – Una famiglia vincente – King Richard (King Richard)

Miglior attrice non protagonista

Ariana DeBose – West Side Story

Miglior attore non protagonista

Troy Kotsur – I segni del cuore (CODA)

Miglior colonna sonora

Hans Zimmer – Dune

Miglior casting

West Side Story

Miglior fotografia

Greig Fraser – Dune

Miglior montaggio

Tom Cross e Elliot Graham – No Time to Die

Miglior scenografia

Patrice Vermette – Dune

Migliori costumi

Jenny Beavan – Crudelia (Cruella)

Miglior trucco e acconciatura

Linda Dowds, Stephanie Ingram e Justin Raleigh – Gli occhi di Tammy Faye

Miglior sonoro

Mac Ruth, Mark Mangini, Doug Hemphill, Theo Green e Ron Bartlett – Dune

Miglior effetti speciali

Brian Connor, Paul Lambert, Tristan Myles e Gerd Nefzer – Dune

Miglior cortometraggio animato

Do Not Feed The Pigeons

Miglior stella emergente

Lashana Lynch

 

Autore

Articoli correlati