Billy Porter canta l’iconica “For What It’s Worth” chiamando gli americani al voto contro Donald Trump – audio

Condividi

“For What It’s Worth” è un brano del 1966 dei Buffalo Springfield, all’epoca diventato inno contro la guerra in Vietnam, canto di protesta per un’intera generazione.
Ebbene Billy Porter ha deciso di farne una cover per sensibilizzare gli americani sull’importanza del voto elettorale di novembre, quando saranno chiamati a confermare o a cacciare Donald Trump dalla Casa Bianca. Lo stesso Trump che nelle ultime ore ha consigliato di iniettarsi il disinfettante per sconfiggere il Coronavirus.
“Non sono un avvocato. Non sono un politico. Non sono alla guida di nessuna organizzazione. Ma sono un artista e, se posso usare questa piattaforma, devo cambiare e provare a fare la differenza, e voglio farlo”, ha confessato Porter.
“Sono una persona molto politica. Sono un artista molto politico. Ci sono sempre stato, fin dall’inizio. C’ero durante la crisi dell’AIDS, quindi è nel mio DNA. Stavo cercando di capire cosa avrei potuto fare per parlare di quello che sta succedendo nel mondo in questo momento, mantenendo qualche speranza, conforto e ispirazione”.

Autore

Articoli correlati