Mariah Carey, arriva l’autobiografia ufficiale: “ce l’ho fatta in un mondo di uomini”

Condividi

Nel 2020 uscirà l’autobiografia ufficiale di Mariah Carey, che via Variety ha annunciato il lieto evento.
In quelle pagine la popstar affronterà i primi anni della propria carriera, tutt’altro che semplici.

All’inizio della mia carriera chi dicideva tutto erano sempre gli uomini. Esclusivamente uomini. Non c’erano donne potenti intorno a me. Ho deciso fin dall’inizio di non voler mai avere alcun tipo di debito con loro. Non volevo essere trattenuta in alcun modo. Molte persone hanno un’idea sbagliata di quello che ero all’epoca. Pagavo la luce, persino l’acqua, perché volevo farlo. Quando sei con una persona di 20 anni più grande e sei una donna, la percezione sarà sempre che questa ragazza sia mantenuta. Hanno guadagnato miliardi di dollari dal mio incessante lavoro e io non ho fatto altro che fare album… Nata da un padre nero e da una madre bianca, ho vissuto umilmente. Ho vissuto alti e bassi.

Impossibile non pensare all’ex Tommy Mottola, che Mariah collega ad un brano specifico. Dreamlover.

Non posso presumere che lo sappiano tutti, ma a quel tempo, che sembra essere una vita lontana, mi sentivo come una ragazza in prigione. Guardo il video di “Dreamlover”, e non è che non voglia ascoltare la canzone e non amarla. Aretha Franklin mi disse che l’amava. Ma non mi va di ascoltarla. Mi ricorda un momento molto specifico in cui ero veramente controllata. Le cose oggi come oggi stanno cambiando in meglio. Sono molto orgogliosa di vedere Missy Elliott e ciò che ha realizzato quest’anno, anche se mi ha battuto nella Composer Hall of Fame.

Autore

Articoli correlati