L’HALLELUJAH gay di MATTHEW RICHARDSON in chiesa – la straordinaria coreografia contro l’omofobia

Condividi

“L’importanza di scegliere la gentilezza indipendentemente dalle nostre differenze o credenze.
La religione è un argomento difficile per molte persone che appartengono alla comunità LGBTQ, e questa coreografia è un riflesso della lotta e del rifiuto che spesso proviamo. Racconta la storia di un individuo turbato dall’odio del mondo, la storia del suo compagno che sta lottando per farlo rialzare in piedi, per ricordargli che è bello esattamente come è.
Il mio messaggio è che la religione dovrebbe ispirare più gentilezza, braccia aperte, anche verso quelli che potresti non capire.
Il mio obiettivo è creare arte che ispiri un mondo più gentile nei confronti della comunità queer, sfidando norme sociali, sollevando domande e avviando conversazioni”.

Firmato MATTHEW RICHARDSON.
Bellissimo, bravissimo, oggi, giornata mondiale contro l’omo-bi-transfobia, ancor di più.

 

Autore

Articoli correlati