Chiamami col tuo Nome, l’autore André Aciman parla della celebre scena della pesca – video

Condividi

Luca Guadagnino aveva inizialmente pensato di censurarla, perché preoccupato del suo possibile e complicato adattamento cinematografico, ma sarebbe stato folle.
Da subito, inffatti, Chiamami col tuo Nome di André Aciman è diventato un classico della letteratura grazie anche a quella scena, che ha tramutato le pesche in oggetto sessuale, in frutti del desiderio.
Lo stesso Timothée Chalamet, candidato agli OScar per il suo strepitoso Elio, ha simpaticamente rivelato a Jimmy Kimmel: “Sono preoccupato che tra cinquanta anni starò firmando pesche dietro una scrivania“.
Domenica notte, sono pronto a scommetterci casa, prepariamoci pure a non poche prese per il culo durante gli Oscar 2018.

large

Autore

Articoli correlati

Comments

  • CONTROCORRENTE 28 Febbraio 2018 at 21:33

    mi sembra una scena del ca..o .. per dirla letterariamente… davvero poco realistica

  • God 28 Febbraio 2018 at 13:41

    I più scaltri avranno capito che si tratta di una scena funzionale alla storia, che funge da metafora per rappresentare “l’esplorazione” e la “scoperta” sessuale. Poi è chiaro che Guadagnino e tutti quanti gongolano del fatto che se ne parli così tanto anche in contesti meno nobili…perché è un escamotage per fare titoli su blog e riviste. E intanto il film sfonda i 30 milioni di dollari d’incasso nel mondo… 😉

  • abiqualcosa 28 Febbraio 2018 at 13:22

    Il tempo delle Pesche.