Australia, senatrice in lacrime nel corso del dibattito sul matrimonio egualitario – il video del bellissimo discorso

Condividi

La senatrice australiana dei Verdi Sarah Hanson-Young si è emozionata a tal punto da piangere, durante un dibattito parlamentare sul matrimonio egualitario.
A inizio mese è stato annunciato il trionfo dei SI’ al referendum sulle nozze same-sex, con il 61,6% degli australiani a favore di una legge e con il Governo chiamato ad intervenire nei tempi più ristretti possibili, anche se non vincolato dal risultato referendario.
Il premier ha promesso un intervento diretto entro Natale, con il dibattito politico che è presto diventato realtà.
Ed è qui, in Parlamento, che Hanson-Young si è commossa nel ricordare la lunga battaglia dell’ex leader del suo partito Bob Brown, attivista LGBT che per decenni ha combattuto affinché il matrimonio gay diventasse realtà.

“[Bob era] un uomo che ha sempre sostenuto i diritti e la parità di trattamento, dichiarandosi orgogliosamente omosessuale sia nel parlamento della Tasmania che nel parlamento australiano. Quando Bob andò in pensione nel 2012, gli dissi, ‘Bob, mi dispiace davvero che non siamo stati in grado di sotterrare quella terribile legge prima che il tuo tempo scadesse’. Così oggi sono qui con i miei colleghi dei Verdi per concludere il lavoro iniziato da Bob Brown”.

La senatrice ha poi ricordato di essere cresciuta in una città di campagna, dalla mentalità ristretta e di aver studiato in un piccolo liceo. Il suo migliore amico era omosessuale e a lungo ha dovuto combattere l’omofobia di chi non voleva accettarlo.

“Ricordo di aver pensato di non aver mai fatto abbastanza. Il voto di due settimane fa è così importante perché invia un messaggio a questi giovani, in tutto il Paese, che non è bello essere trattati in modo diverso. Quel clamoroso voto è un simbolo per ogni giovane di questo paese, perché non importa chi sei e per chi hai una cotta, la nazione è con voi. “Tu sei uguale, e tu sei amato”.

Autore

Articoli correlati