x

GLAAD Media Awards 2012: vincono Lady Gaga e Smash

Condividi

Sono 27 anni che negli States esistono i GLAAD Media Awards, premi assegnati dalla Gay & Lesbian Alliance Against Defamation alle persone e alle produzioni dell’intrattenimento, per il loro contribuito nel dare un’immagine più veritiera e accurata della comunità LGBT e delle questioni che riguardano la loro vita. Ogni anno, nei tre appuntamenti che vedono i Glaad protagonisti (New York, Los Angeles e San Francisco), si raccolgono fondi (3 milioni e mezzo di dollari la media annuale) a sostegno della comunità, con la prima tappa, andata in onda nel weekend, caratterizzata dai primi trionfi.
Ad aprire le danze Naya Rivera e Cory Monteith, protagonisti di Glee, mentre a tornare a casa con un premio tra le mani sono stati Lady Gaga, per Born this Way, Oprah Winfrey, per Coming Out on the Oprah Show: 25 Years of Unforgettable Guests (ovvero 25 anni di coming out raccontati in tv), e Dancing with the Stars, come miglior reality (Chaz Bono lo scorso anno nel cast, la Navratilova quest’anno). Uno dei premi più importanti, ovvero il Vito Russo, fondatore del GLAAD, per il membro della comunità glbt che ha “fatto la differenza”, è andato a Craig Zadan e Neil Meron, produttori di Smash, serie made in Steven Spielberg (e da me amata), a cui è stata da poco ASSICURATA una seconda stagione (grazie a Dio).
Tanti i GLAAD assegnati, spesso giornalistici e andati a personaggi ‘meno celebri’, anche se a a trionfare, come ogni anno, è stato il mondo dello show business a stelle e strisce, assolutamente tranquillo nel mettere la faccia a SOSTEGNO del mondo glbtq e delle sue battaglie. Ora, vedremo mai qualcosa di simile anche in Italia? Ok. Dai su, scherzavo… 

Autore

Articoli correlati